Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Carcere Viterbo, agenti polizia penitenziaria minacciati da detenuti islamici: "Vi tagliamo la gola"

  • a
  • a
  • a

Carcere Viterbo, agenti polizia penitenziaria minacciati da detenuti islamici: "Vi tagliamo la gola".

Diventa rovente l’estate di Mammagialla per colpa - sostengono i sindacati (Sinappe, Uilpa, Uspp, Cnpp, Fp-Cgil e Sippe) -  "di alcuni detenuti ingestibili dovuti a problemi psichici che li rendono aggressivi è poco inclini al rispetto delle regole penitenziarie".
"Ieri sera un caso di un detenuto egiziano con problemi di autolesionismo continuo, con il suo sangue ha sporcato la maglietta di un agente che per evitare ulteriori gesti già in atto era costretto a bloccarlo sulle braccia. Altro detenuto stamani che per problemi simili ancora più aggressivo, per bloccarlo alcuni agenti sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso. Un altro ieri mattina ha tentato un'aggressione ad agente intento a svolgere la battitura delle grate della finestra" dicono i sindacati che segnalano anche " soggetti sempre stranieri di religione islamica che mandano facilmente imprecazioni nei confronti del personale anche minacciato del taglio della gola”.

"Per questi motivi le scriventi sigle esprimono tutta la solidarietà al Personale di Polizia Penitenziaria rimasto coinvolto alle aggressioni di ieri è oggi, purtroppo sappiamo già che non finirà qui è nel frattempo il Direttore è in ferie è il Provveditore interregionale non sembra essere interessato ai problemi del carcere della Tuscia. Già in Stato di Agitazione da mesi contro la Direzione ribadiamo il tutto è ci riserviamo ulteriori iniziative a tutela della Polizia Penitenziaria nei prossimi giorni", si conclude la nota.