Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Militare morto, la sera prima aveva festeggiato l'anniversario di matrimonio

Sabato alle 11 i funerali nel duomo di Orvieto

  • a
  • a
  • a

Si svolgeranno domani, sabato 4 luglio, alle 11 nel duomo di Orvieto i funerali di Maurizio Pagliaroli, il 47enne maresciallo dell’Aviazione dell’Esercito in forza all’Aves di Viterbo, morto martedì pomeriggio in un incidente stradale avvenuto sulla strada Tuscanese.
La morte di Pagliaroli ha suscitato emozione e cordoglio in due regioni: il maresciallo infatti era nativo di Orvieto ma viveva e lavorava a Viterbo. Cordoglio ed emozione ancora più forti in ragione delle circostanze in cui è avvenuto l’incidente, con la giovane moglie ferita a sua volta gravemente e che probabilmente ha avuto la consapevolezza della fine del compagno. Non si può non provare tristezza nel raccontare questo evento. 
La sera dell’incidente all’Aves di Viterbo regnava la costernazione: il commilitone si era recato regolarmente al lavoro, dopo aver festeggiato la sera prima l’ottavo anniversario di matrimonio, a casa con la consorte, in modo del tutto privato. Il giorno successivo, il martedì maledetto, terminato l’orario di lavoro, era in programma quella gita in moto che avrebbe dovuto avere il litorale come meta, probabilmente per una cena in riva al mare per proseguire la sobria festa per la ricorrenza.
Una cena che non ci sarebbe mai stata, perché dopo una curva la fatalità aveva voluto in altro modo: la motocicletta che si scontra frontalmente con un furgoncino, un impatto violento che toglie d’un soffio la vita a Maurizio Pagliaroli e che lascia a terra ferita la moglie. L’ambulanza, il primo soccorso, la “constatazione del decesso” come vuole la fredda terminologia tecnica. Intanto l’Aves viene informata, i colleghi ammutoliscono, mentre la compagna della vittima è in volo con un’eliambulanza verso il policlinico Gemelli di Roma. Le prime inf