Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Piscina comunale alla Fin, Santucci: "Servono criteri di gestione più chiari"

  • a
  • a
  • a

Domani in commissione e martedì in Consiglio comunale la patata bollente rappresentata dall’affidamento della gestione della piscina comunale alla Fin. Mentre la minoranza ha già presentato sulla questione un esposto alla Corte dei conti, non mancano posizioni discordanti neanche all’interno della maggioranza. Fondazione, prima di approvare la delibera, chiede infatti un approfondimento dello schema di accordo. “Si parla di un affidamento di 16 anni: è per questo che dobbiamo andare più lenti e condividere le scelte il più possibile con le minoranze – dice il capogruppo, Gianmaria Santucci -. La delibera va studiata nei dettagli per approdare a una versione migliorata di quella che sarà discussa martedì. Noi non discutiamo la scelta della Fin, ma le condizioni alla base dell’affidamento. C’è bisogno di essere molto puntuali, specificando nei dettagli i vantaggi per la città e gli obblighi di cui dovrà farsi carico il Comune”.