Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Il Tar boccia gara Asl sui servizi di assistenza psichiatrica

Si tratta di un affidamento da 550 mila euro

  • a
  • a
  • a

Dopo la gara per l’affidamento del servizio di fornitura dei farmaci ai presidi ospedalieri - il cui esito è stato annullato dal Consiglio di Stato per gravi mancanze da parte della commissione aggiudicatrice, alla quale è stato contestato il mancato rispetto della par condicio tra i concorrenti - nei giorni scorsi la Asl si è vista bocciare un altro appalto, sempre dalla giustizia amministrativa. Quello per i servizi di assistenza psichiatrica.

Stavolta la sentenza è del Tar del Lazio ed anche in questo caso non vengono risparmiate censure per come si è arrivati all’aggiudicazione del bando. Addirittura viene tacciata come inattendibile l’offerta presentata dalla società giudicata vincente dalla commissione.  L’avviso riguardava l’affidamento del servizio di supporto alle attività assistenziali e riabilitative in favore dei pazienti psichiatrici ricoverati presso le strutture di Viterbo e di Montefiascone. Il contratto prevedeva una durata di 12 mesi, prorogabili di altri 12. Base d’asta: 550 mila euro all’anno. Il metodo di aggiudicazione era quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa.