Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sfruttamento del lavoro, nella Tuscia badanti pagate anche 3 euro l'ora

La denuncia dell'ex sindacalista della Cgil Gemini Ciancolini

  • a
  • a
  • a

Nella Tuscia stranieri sfruttati non solo in agricoltura, ma anche nei servizi di natura sociale, come l’assistenza domiciliare agli anziani, dove in alcuni casi ai lavoratori vengono offerti compensi di 3.10 euro l’ora, meno della metà di quanto prevede il contratto nazionale di lavoro per il livello salariale più basso, anche per chi ha maturato anni di esperienza e ha diritto a essere pagato di più, mentre la cooperativa che gestisce il servizio guadagnerebbe quattro volte tanto.

“Un fenomeno vergognoso, di cui nessuno parla”, dice l’ex sindacalista della Cgil ed ex sindaco di Vitorchiano Gemini Ciancolini, che dopo aver raccolto alcune testimonianze di operatori sottoposti a questo tipo di trattamento intende rivolgersi alle autorità competenti, pronto a documentare il tutto: “Chiederò presto un’udienza al prefetto Giovanni Bruno, che in altre occasioni ha già dimostrato il suo impegno. E poi – aggiunge - informerò Guardia di finanza e Questura”.