Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

“Astro di rose”, grande prima a Santa Barbara

I piccoli facchini

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Si chiama “Astro di rose”, ed è la Minimacchina di Santa Barbara. E' all'anno zero. E, quantunque preceduta (gloriosamente) dalle Minimacchine “sorelle” del Centro storico e del Pilastro, non sarà, per spettacolarità, per capacità di convogliare, attorno a sè, l'entusiasmo di un quartiere e, a seguire, della città intera, seconda a nessun'altra. Esordisce bene, nel migliore dei modi, la Minimacchina che (ideatore Mirko Fraccaro) è alta dieci metri, pesa cinque quintali e viene portata, da via Tarconte a Santa Barbara, da cento minifacchini. Domeniva 31 agosto, per ore, la Minimacchina ha, in attesa della partenza, posato in via Tarconte. All'ora x”, di lì, ha seguito il suo percorso: via XII Popoli, via degli Etruschi, un tratto di strada Santa Barbara; poi, la deviazione per via Porsenna, qundi le tappe di piazzale dei Buccheri e della chiesa di Santa Barbara. Come i “grandi”, anche i facchini in erba hanno sfilato. Con tanto di banda e sbandieratrici, hanno percorso, da via Biga di Castro, la parte nuova del quartiere. Poi, per loro, c'è stato il ritiro nella chiesa di Santa Barbara.