Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Visite turistiche in aumento per monumenti e museo ma in calo per le necropoli

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Nel 2014 la riforma del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact) ha cambiato l'amministrazione dei beni culturali. Con il decreto musei, che porta il nome del ministro Franceschini, è stata avviata una riforma volta a rafforzare le politiche di tutela e di valorizzazione del patrimonio archeologico ed artistico, affidando maggiore autonomia ai musei. Il museo è stato riconosciuto come istituto dotato di autonomia tecnico scientifica che svolge funzioni di tutela e valorizzazione delle raccolte, assicurandone e promuovendone la pubblica fruizione. La riforma ha istituito anche il sistema museale italiano, fatto di venti musei autonomi e di una rete di diciassette poli regionali, per favorire il dialogo continuo fra le diverse realtà museali pubbliche e private del territorio e dare vita ad un'offerta integrata al pubblico. In questo polo integrato Tuscania può vantare ben quattro siti: le basiliche romaniche di Santa Maria Maggiore e di San Pietro, il Museo archeologico nazionale e la necropoli “Madonna dell'Olivo”. Quattro siti su un totale nazionale di 414. Un dato che lascia piacevolmente sorpresi scorrendo l'elenco pubblicato sul sito web del Mibact. Il ministero pubblica anche i monitoraggi sulle presenze dei visitatori in questi siti di rilevanza nazionale. Tuscania presenta dati positivi per le basiliche romaniche ed il museo e dati molto negativi per la necropoli, meglio conosciuta come Tomba della Regina. Confrontando i dati relativi alle presenze registrate nel 2013 e 2014 emergono questi risultati: Santa Maria Maggiore + 20,63%, San Pietro + 23,78%, Museo Archeologico Nazionale + 12,23% mentre invece Tomba della Regina - 39,42%. Un calo vertiginoso quello della necropoli più famosa di Tuscania legato, molto probabilmente, alla difficoltà di accesso che incontrano i potenziali visitatori. Nel 2013 hanno visitato la Tomba della Regina 2.514 turisti;nel 2014 questi si sono ridotti a 1.523. Fiorenzo De Stefanis