Anniversario del terremoto del 6 febbraio 1971: ricordi e testimonianze

Tuscania

Anniversario del terremoto del 6 febbraio 1971: ricordi e testimonianze

05.02.2015 - 21:43

0

Ciò che la natura è riuscita a scatenare il 6 febbraio del 1971, poco dopo le 19, è qualcosa che non ha eguali nella nostra provincia. Il sisma - una prima scossa di 4.46 gradi della scala Richter (circa 7 della Mercalli) e una seconda di 3.56 - colpisce e devasta la Maremma laziale. Crolla tutto, un vero e proprio inferno in pochi secondi e un’intera comunità, nota al mondo per le sue fantastiche chiese romaniche, le mura medioevali e un passato glorioso, è praticamente in ginocchio. L’energia sprigionata è talmente violenta che l’ondata tellurica coinvolge, seppur in forma più lieve, non solo le vicine Arlena di Castro e Tessennano, ma anche Assisi, Valfabbrica, Bastia Umbra e Gubbio, causando non pochi danni.

Tra le tante testimonianze di quel doloroso 6 febbraio, abbiamo scelto quella dello scrittore e parlamentare Angelo La Bella, che avvertì la prima scossa a Viterbo. Dopo pochi minuti raggiunse in prima persona la zona dell’epicentro. Singolare e per questo rara, è riportata nel suo volume “Cronache, storie e leggende del Viterbese e dintorni”.

"Ultimo sabato di Carnevale, mi apprestavo a consumare la cena, quando avvertii un forte tremolio delle pareti del palazzo; intesi contemporaneamente tintinnare i bicchieri nella cristalliera e, alzando gli occhi al soffitto vidi il lampadario oscillare vistosamente; il tutto accompagnato da un sordo boato lontano. Ci deve essere stata una scossa di terremoto; chissà da che parte? Disse mia moglie con voce malferma. Abbastanza vicino! Risposi. Di lì a poco squillò il telefono; era Assuero Ginebri, consigliere comunale di Viterbo che, emozionato mi avvertì: un terribile terremoto ha devastato Tuscania; ci sono morti e feriti; non c’è un minuto da perdere. Arrivammo a Tuscania quasi contemporaneamente al folto gruppo delle autorità provinciali capeggiate dal prefetto. Con loro entrammo nel centro storico, già completamente evacuato dai suoi abitanti, riversatisi fuori le mura. Facemmo un ampio giro. Dappertutto macerie, case diroccate e lesionate, rese inabitabili dal sisma; auto, furgoncini e qualche trattore sommersi dalle rovine. Si contarono i morti; un numero contenuto, malgrado la potenza della scossa, per l’ora in cui era avvenuto. Se si fosse verificata in piena notte, sarebbe stata un’ecatombe. Completato il giro di ricognizione, quando con il gruppo ci apprestavamo ad uscire dal centro storico attraverso la porta principale, ci fu una seconda scossa. Cadde fragorosamente l’orologio che sovrastava l’architettonica struttura. Poco mancò che l’ondata del calcinacci ci investisse in pieno. Attraverso il polverone scavalcammo a fatica le macere e guadagnammo l’uscita; eravamo impauriti ma sani e salvi".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Coronavirus, sotto controllo 5 italiani della nave Westerdam

Coronavirus, sotto controllo 5 italiani della nave Westerdam

Roma, 18 feb. (askanews) - C'erano anche cinque italiani fra i quasi 1500 passeggeri della nave da crociera MS Westerdam scesi per una pausa a Pnom Pehn, capitale della Cambogia; scesi senza controlli, e alcuni sono poi risultati positivi al test del nuovo coronavirus. I cinque italiani sono stati individuati; uno di loro è rientrato in Italia ed è monitorato costantemente dalle autorità ...

 
Alla Sapienza dottorato honoris causa per Liliana Segre

Alla Sapienza dottorato honoris causa per Liliana Segre

Roma, 18 feb. (askanews) - La senatrice Liliana Segre ha ricevuto oggi alla Sapienza di Roma il dottorato honoris causa in Storia dell'Europa in occasione dell'inaugurazione dell'anno accademico dell'università romana. "Ringrazio gli studenti, perché da nonna quale io sono ho ricevuto da loro molto di più di quanto ho cercato di dare in questi trenta anni" La senatrice è stata accolta dal rettore ...

 
Mobile world virus, la Gioconda nel nuovo murale di Tvboy

Mobile world virus, la Gioconda nel nuovo murale di Tvboy

Barcellona, 18 feb. (askanews) - "Voglio far riflettere sul fatto che la tecnologia sia un vaccino o un virus che ci rende schiavi", così lo street artist italiano Tvboy ha spiegato il suo nuovo murale a Barcellona che ritrae una Gioconda con mascherina e smartphone. L'opera, denominata "Mobile world virus", fa riferimento alla sospensione del MobILE World Congress (MWC) inizialmente programmato ...

 
"I'm Not Okay With This", primo trailer della serie Netflix

"I'm Not Okay With This", primo trailer della serie Netflix

Milano, 18 feb. (askanews) - Una liceale americana, o meglio "una noiosa diciassettenne bianca" come si definisce lei stessa, una vita complicata dalla morte del padre e la scoperta di possedere poteri soprannaturali. Da questo parte la nuova serie Netflix "I'm Not Okay With This", disponibile dal 26 febbraio. La protagonista è Sophia Lillis, già vista in "It". Una serie molto attesa vista la ...

 
Samanta Togni con il colbacco in testa tra la neve della Lapponia: "Ecco cosa abbiamo visto con mio marito"

Social

Samanta Togni con il colbacco in testa tra la neve della Lapponia: "Ecco cosa abbiamo visto con mio marito"

Samanta Togni e Mario Russo, bellissimi e sorridenti con il colbacco in testa, tra la neve della Lapponia. Il viaggio di nozze sta regalando alla coppia, che si è unita in ...

18.02.2020

Belen Rodriguez di nuovo incinta? La modella posta su Instagram la foto della sua ombra e alimenta i dubbi

Gossip

Belen Rodriguez di nuovo incinta? La modella posta su Instagram la foto della sua ombra e alimenta i dubbi

Belen Rodriguez di nuovo incinta? E' la stessa showgirl e modella argentina ad alimentare i dubbi. Lo fa pubblicando sul suo profilo Instagram una foto. E' un'immagine della ...

18.02.2020

Video Don Matteo 12, torna il prete detective: anticipazioni della quinta puntata

in tv

Video Don Matteo 12, torna il prete detective: anticipazioni della quinta puntata

Dopo i due rinvii consecutivi per via del Festival di Sanremo (6 febbraio) e della partita di calcio di Coppa Italia Milan-Juventus (13 febbraio), giovedì 20 febbraio alle 21,...

18.02.2020