Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maltratta e picchia i genitori, ragazzo in manette

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Ancora notizie dal disagio. E, ancora una volta, notizie drammatiche. Come questa, che arriva da Tarquinia, e che vede un ragazzo, di appena 19 anni, arrestato per maltrattamenti in famiglia dopo indagini che, secondo i primi particolari, andavano avanti da tempo, e avevano portato alla luce, con discrezione, un quadro che si stava facendo insostenibile. Maltrattare e picchiare i genitori. Per questo il ragazzo è stato avvicinato dai carabinieri e perquisito. Gli hanno trovato, a quanto pare, droga leggera. Ma, forse, non è sufficiente a spiegare (con le richieste di denaro che, di solito, affiorano in casi come questi, e che paiono causali sufficienti alla violenza domestica) la reazione del ragazzo nei confronti dei propri genitori. I carabinieri della compagnia di Tuscania, coordinati dal capitano Cuneo, prestano particolare attenzione a situazioni del genere: anche, e soprattutto, per quel che riguarda forme di violenza che, come vittime, coinvolgono le donne. Stavolta, è stato un ragazzo che ha da poco raggiunto la maggiore età a divenire destinatario di un provvedimento che, comunque, è stato cruento, ma solo fino a un certo punto: il ragazzo, infatti, in base alla nuova normativa, è stato invitato a fare le valigie e ad andarsene di casa, per raggiungere, sembra, una zia. Insomma, prima di eseguire il provvedimento, si è visto che, al ragazzo, fosse stato assicurato almeno un posto per dormire.