Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lazio caos tamponi, anche le comunicazioni con la Asl di Viterbo nel fascicolo della Procura di Avellino

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Lazio caos tamponi, anche le comunicazioni con la Asl di Viterbo nel fascicolo della Procura di Avellino.
Gli investigatori irpini continuano a indagare sugli esami svolti nelle ultime settimane dal lavoratori Futura Diagnostica per conto del club biancoceleste. Dopo aver sequestrato i campioni per le controanalisi gli investigatori, secondo quanto riferisce la Gazzetta dello Sport, hanno acquisito anche le mail tra la Lazio e le varie Asl competenti. Come si ricorderà tutto è scoppiato alla vigili della partita con il Bruges quando furono fermati alcuni giocatori biancocelesti tra i quali Immobile. Il fine settimana successivo l'attaccante fu decisivo a Torino contro i granata segnando un gol ma fu fermato ancora dalla Uefa, per la trasferta di San Pietroburgo. Per arrivare poi alla vigili dell'ultima gara di campionato contro la Juventus quando Immobile, Leiva e Strakosha hanno avuto Roma un tampone positivo (Campus Biomedico), poi negativo (laboratorio di Avellino). Alla fine sono intervenute le Asl che hanno fermato i giocatori imponendo l'isolamento.
Ora quelle comunicazioni - che sono state consegnate alla Procura federale dalla Lazio durante l'audizione dei medici Ivo Pulcini e Fabio Rodia di giovedì scorso - sono state acquisite dai pm di Avellino. Si tratta delle comunicazioni con varie Asl: ci sono la Roma 1 e 2, quella di Viterbo e quella di Perugia perché da quelle province vengono alcuni positivi che non sono calciatori. Sia igli investigatori federali che quelli della procura di Avellino puntano a ricostruire i tempi delle comunicazioni in modo da capire se le autorità sanitarie sono state avvertite secondo quanto stabilito dai protocolli e dalle normative.