Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lazio, caos tamponi. Rinviata l'audizione in Procura federale del medico Ivo Pulcini

  • a
  • a
  • a

Oggi 9 novembre doveva essere la giornata dell'interrogatorio del responsabile dello staff medico biancoceleste nell'ambito dell'inchiesta sulla regolarità dei protocolli adottati dalla Lazio rispetto alle positività (parziali positività) al Covid-19 emerse nelle settimana successiva alla partita contro il Bologna. Invece l'audizione è stata rinviata secondo quanto riferisce Radiosei. Il legale della Lazio Gian Michele Gentile ha chiesto e ottenuto un rinvio.
Al centro dell'inchiesta c'è Ivo Pulcini, cardiologo di 74 anni nato a Monterosi e legato, per origini familiari, alla frazione di Villa Pulcini di Leonessa. Nell'edizione odierna della Gazzetta dello Sport c'è un pezzo che racconta il difficile week end passato dal medico tra telefonate ai colleghi medici della serie A e B e per capire cosa sta succedendo. La Lazio puntava sui tamponi del centro analisi di Avellino che erano tutti negativi. Ma prima la Uefa, poi il Campus biomedico ha confermato delle positività. Immobile, Leiva e Strakosha sono stati fermati dalla Asl e non hanno giocato contro la Juventus dopo aver già saltato la trasferta di Champions League a San Pietroburgo.
Nel fine settimana sulla vicenda ha acceso un faro anche la giustizia ordinaria con la polizia che ha acquisito i documenti delle analisi.
Da mesi Ivo Pulcini ha sostenuto tesi che ridimensionano l'emergenza Covid. "Considerare malati tutti i positivi è un'esagerazione. Per me l'asintomatico non malato", ha detto in una delle sue interviste. Le sue posizioni sui tamponi dell'Uefa hanno fatto discutere. Durante un intervento a Radio Punto Nuovo il 6 novembre scorso aveva affermato: "Non è possibile che nello stesso giorno un laboratorio mi da un risultato debolmente positivo ed uno totalmente negativo. Per la Uefa, anche chi è positivo al gene N deve essere isolato, in Italia può scendere in campo. Noi facciamo una serie lunghissima di esami, li riscontro anche migliori dopo questa scarsa positività, ho l'obbligo di dire ad un mio atleta che per me può giocare, così come può farlo per il protocollo Figc".
Un intervento che il medico  ha condiviso lo stesso giorno sul gruppo Facebook "Sagra della Petata Leonessana: lessa, arosta e rescallata" aggiungendo: "Ho interpellato chi ne sa molto più di me su questo argomento e sottoscrivono il contenuto delle mie riflessioni".
Sul gruppo Ivo Pulcini è molto attivo e posta foto d'epoca legate a Leonessa e villa Pulcini e i suoi scatti con i vip.