Resilienza e innovazione, così il Conou ha preservato l'economia circolare

sostenibilita

Resilienza e innovazione, così il Conou ha preservato l'economia circolare

Nel 2019 il Consorzio degli Oli Usati ha avviato a rigenerazione la totalità degli oli usati raccolti in Italia

20.05.2020 - 14:45

0

Roma, 20 mag. - (Adnkronos) - Capacità di adattamento e approccio sinergico: è la ricetta con cui il Conou, il consorzio nazionale per la raccolta gestione e trattamento degli oli minerali usati, ha affrontato la crisi derivata dall’emergenza sanitaria da Covid-19 grazie alla coesione della sua filiera. Le circa 70 aziende di raccolta e rigenerazione del Consorzio hanno infatti continuato a garantire, anche nel periodo di fermo produttivo, la continuità dell’attività, adottando provvedimenti gestionali che hanno consentito di garantire il servizio e la messa in sicurezza del personale e delle attrezzature.

Con la ripartenza delle attività economiche e il riavvio degli impianti industriali, il Conou è riuscito fronteggiare la ripresa del livello della domanda. "La collaborazione tra gli attori della filiera che compongono il Consorzio si è rivelata la chiave vincente, che ha consentito il mantenimento dell’operatività di servizio, la gestione della crisi e il recupero della stabilità del processo - dichiara il vice presidente del Conou Riccardo Piunti parlando al festival Circonomia - Grazie a questo approccio, il consorzio ha chiuso, anche durante l’emergenza, il cerchio dell’economia circolare dell’olio lubrificante".

Nel 2019 sono state immesse al consumo 411mila tonnellate di olio lubrificante di prima raffinazione; di queste, 220mila tonnellate sono state consumate durante l’utilizzo, mentre le rimanenti 191mila tonnellate (in pratica il 100% del raccoglibile) sono state raccolte dalla rete del Conou e destinate al 100% alla rigenerazione, che ha consentito la produzione di 128 mila tonnellate di basi lubrificanti di alta qualità, circa 13 mila tonnellate di gasolio e 30 mila di bitume, pronte ad essere reimmesse nel mercato.

Tra gli effetti del lockdown, la chiusura di impianti, fabbriche e officine e il fermo alla circolazione dei veicoli hanno comportato una brusca frenata nel consumo dei lubrificanti in Italia e di conseguenza un calo della raccolta rispetto ai quantitativi del 2019 e alla media annuale. Nel 2020 la raccolta in Italia è scesa del 30% rispetto al 2019, con maggiori perdite al Centro Sud (-47%) rispetto al Nord Est (-24%) e al Nord Ovest (-21%).

Durante l’emergenza tutta la filiera del Conou ha messo in campo una serie di soluzioni idonee a garantire il servizio: le aziende di raccolta hanno effettuato ritiri su appuntamento per ridurre i rischi, le raffinerie hanno svolto manutenzioni e ridotto il passo degli impianti senza interrompere la ricezione di olio lubrificante usato e presso i depositi consortili si è provveduto ad ottimizzare i tempi di apertura con attenta programmazione.

Misure che hanno dimostrato solidità complessiva della Filiera e coesione, sinonimo oggi più che mai di volontà di crescere insieme in dimensione e qualità, sviluppare la sostenibilità in modo unitario, acquisire gli stessi standard e saper ottimizzare in modo trasversale il lavoro di aziende indipendenti.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

P.iva di tutta Italia protesta a Milano malgrado la pioggia, il servizio

P.iva di tutta Italia protesta a Milano malgrado la pioggia, il servizio

(Agenzia Vista) Milano, 04 giugno 2020 P.iva di tutta Italia protesta a Milano malgrado la pioggia, il servizio Continua la protesta davanti all'Arco della Pace a Milano per le p.iva di tutta Italia, che si sono riunite nonostante la pioggia per ottenere risposte dal governo. Courtesy Telelombardia Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Hong Kong simbolo del rapporto sui diritti umani di Amnesty 2019

Hong Kong simbolo del rapporto sui diritti umani di Amnesty 2019

Roma, 4 giu. (askanews) - Il 2019 è stato un anno di straordinario attivismo di piazza e di un'altrettanta intensa repressione. Dal Cile all'Iran, da Hong Kong all'Iraq, dall'Egitto all'Ecuador, dal Sudan al Libano una moltitudine di persone, soprattutto giovani, si sono messe di traverso alle politiche ingiuste dei loro governi, andando incontro a violente repressioni. È il quadro delineato dal ...

 
Sulle "Montagne russe" con la musica del rapper Random

Sulle "Montagne russe" con la musica del rapper Random

Milano, 4 giu. (askanews) - Giovanissimo ma determinato, il rapper italiano Random, classe 2001, conta circa 100 milioni di stream su Spotify e oltre 30 milioni di visualizzazioni su Youtube e ora esce con "Montagne russe" il suo primo Ep che contiene il singolo doppio platino "Chiasso". "Montagne russe racchiude un anno di carriera e di emozioni che abbiamo provato. Si chiamo Montagne russe ...

 
Uomini e Donne, torna Alessandro Graziani. E in studio c'è Parpiglia che lo incalza su Serena Enardu

TELEVISIONE

Video Uomini e Donne, torna Alessandro, Parpiglia lo incalza su Serena

Durante la puntata di giovedì 4 giugno di Uomini e Donne, non sono mancati i colpi di scena. La competizione tra Sammy e Davide per Giovanna continua e si aggiunge una terza ...

04.06.2020

Stasera in tv 4 giugno la quinta stagione di "Che Dio ci aiuti" con Elena Sofia Ricci

TELEVISIONE

Stasera in tv 4 giugno la quinta stagione di "Che Dio ci aiuti" con Elena Sofia Ricci

Stasera in tv 4 giugno prime due puntate della quinta stagione di "Che Dio ci aiuti" (su Rai 1 a partire dalle 21,25) con Elena Sofia Ricci nei panni di suor Angela.  Primo ...

04.06.2020

Stasera in tv 4 giugno "Escape Plan 2 - Ritorno all'inferno" con Sylvester Stallone

TELEVISIONE

Stasera in tv 4 giugno "Escape Plan 2 - Ritorno all'inferno" con Sylvester Stallone

Stasera in tv 4 giugno appuntamento con "Escape Plan 2 - Ritorno all'inferno". Pellicola del 2018, regia di Steven Mille, nel cast anche Sylvester Stallone e Dave Bautista. ...

04.06.2020