Un mare di plastica (con tanto di discariche)

Un mare di plastica (con tanto di discariche)

09.10.2019 - 15:16

0

Roma, 9 ott.(AdnKronos) - Con i rifiuti abbiamo 'toccato il fondo', nel vero senso della parola: più del 70% dei rifiuti marini si è depositata nei fondali italiani e il 77% è plastica. Vere e proprie 'discariche sottomarine'. Le più grandi si trovano nel mare di Sicilia (dove 120 raccolte effettuate con rete a strascico hanno 'pescato' 786 oggetti per un peso superiore complessivo superiore ai 670 kg) e in Sardegna (403 oggetti pescati in 99 'cale' per un totale di 86,55 kg).

Nei fondali rocciosi, dai 20 ai 500 m di profondità, le concentrazioni più alte di rifiuti sul fondo si trovano nel Mar Ligure (1.500 oggetti per ogni ettaro), nel golfo di Napoli (1.200 per ettaro) e lungo le coste siciliane (900). Lo rilevano le attività di monitoraggio condotte da Ispra e Snpa, il Sistema nazionale per la protezione dell’Ambiente, presentate in occasione del convegno in "Un quadro di plastica. I rifiuti e le plastiche in mare".

La situazione non migliora salendo in superfice: le quantità di macroplastiche rinvenute raggiungono una densità media che oscilla all’incirca tra i 2 e i 5 oggetti flottanti per kmq, mentre la densità media delle microplastiche, ossia particelle più piccole di 5 mm, è compresa tra 93mila e le 204mila microparticelle per kmq. Non va meglio sulle spiagge dove ci sono dai 500 ai 1000 rifiuti ogni 100 metri di costa.

Una situazione "allarmante", secondo l'Ispra, e che supera i confini nazionali come dimostrano i risultati delle analisi condotte sulla tartaruga marina Caretta caretta nell'ambito del progetto europeo Indicit, dal 2017 al 2019: su 1.406 tartarughe analizzate (458 vive e 948 morte), il 63% presentava plastica ingerita e quasi il 58% degli esemplari vivi di Caretta caretta aveva plastica nelle feci. (Video)

Per tornare sui fondali, ad emergere è che nella regione Adriatico-Ionica la media degli scarti rinvenuti supera i 300 rifiuti ogni kmq (86% di plastica): l'area costiera a sud del delta del Po (983 rifiuti al kmq), quella settentrionale (910 rifiuti al kmq) e meridionale (829 rifiuti al kmq) di Corfù e le acque di fronte a Dubrovnik (559 rifiuti al kmq) sono le località adriatiche-ioniche con la maggiore densità di rifiuti in fondo al mare.

Imballaggi industriali e alimentari, borse/shopper e bottiglie di plastica, comprese le retine per la mitilicoltura (queste ultime particolarmente abbondanti lungo le coste italiane), sono i rifiuti più comuni. Complessivamente ogni anno, circa 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono in mare, di cui il 7% nelle acque del Mediterraneo. Ma come arrivano in mare? Sicuramente attraverso i fiumi che costituiscono la principale via di trasporto dei rifiuti marini.

I dati parlano chiaro: la foce dei fiumi presenta il maggior quantitativo di rifiuti galleggianti (più di 1000 oggetti per kmq) e vicino la costa tra i 10 e i 600 oggetti per kmq. Più ci si allontana in mare aperto e più il numero di oggetti scende a 1 - 10 per kmq.

Più rifiuti che pesce nelle reti dei pescatori. In Adriatico, dal 2013 al 2019, nelle reti di 224 pescherecci sono finite 194 tonnellate di rifiuti; 45 tonnellate solo nella marineria di Chioggia.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Calcio, il Barcellona in campo con la mascherina del club

Calcio, il Barcellona in campo con la mascherina del club

Milano, 27 mag. (askanews) - I giocatori del Barcellona si sono allenati sfoggiando un equipaggiamento nuovo: una mascherina con i colori e il simbolo del club. Più una passerella che una reale misura di sicurezza durante l'allenamento: la mascherina sarà venduta nello shop ufficiale insieme agli altri gadget della squadra.

 
Bonafede: riforme non sono contro la magistratura

Bonafede: riforme non sono contro la magistratura

Roma, 27 mag. (askanews) - La riforma del Consiglio superiore della magistratura che è all'esame del tavolo della maggioranza non è fatta contro i magistrati. Lo ha sottolineato il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, rispondendo a una interpellanza urgente al question time alla Camera dei Deputati. "La magistratura del nostro Paese è stata investita, da un anno a questa parte, da un vero ...

 
Recovery Fund, Gentiloni: "Svolta dell'Ue, fatto storico per l'avvenire dell'Unione"

Recovery Fund, Gentiloni: "Svolta dell'Ue, fatto storico per l'avvenire dell'Unione"

(Agenzia Vista) Bruxelles, 27 maggio 2020 Recovery Fund, Gentiloni: "Svolta dell'Ue, fatto storico per l'avvenire dell'Unione" "Una svolta da parte della Commissione a una crisi senza precedenti, un fatto storico per l'avvenire dell'Unione". Così il commissario Ue agli Affari economici, Paolo Gentiloni, a proposito del piano presentato dalla presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen. ...

 
Alba Parietti si spoglia su Instagram per la prova costume: "Una scusa per esibirmi, prenderò gli insulti"

Alba Parietti, 58 anni

SOCIAL

Alba Parietti si spoglia per la prova costume: "Una scusa per esibirmi"

Alba Parietti stupisce ancora e alla soglia dei 60 anni, li compirà nel luglio 2021, si spoglia. Nel bagno di casa sua si mostra come sempre statuaria con le mitiche gambe in ...

27.05.2020

Stasera in tv 27 maggio va in onda il film "All'ultimo voto". Con Sandra Bullock

TELEVISIONE

Stasera in tv 27 maggio va in onda il film "All'ultimo voto". Con Sandra Bullock

Stasera in tv 27 maggio va in onda il film "All'ultimo voto". Appuntamento su Iris, alle ore 21. Pellicola americana del 2015, la regia è di David Gordon Green, nel cast ci ...

27.05.2020

Una pietra miliare del cinema stasera in tv 27 maggio: "Otto e mezzo" di Federico Fellini

TELEVISIONE

Una pietra miliare del cinema stasera in tv 27 maggio: "Otto e mezzo" di Federico Fellini

Stasera in tv va in onda il film "Otto e mezzo" (Rai Movie ore 21,10), uno dei capolavori di Federico Fellini entrati di diritto nella storia del cinema. Pellicola del 1963, ...

27.05.2020