Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Martedì grasso, a Ronciglione festa dei bambini e veglione

La

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

A Ronciglione martedì grasso significa Carnevale dei bambini e corso di gala delle maschere spontanee. Poi la festa notturna, dopo l'addio al Re Carnevale che si allontanerà da Ronciglione su un pallone aerostatico: il veglionissimo di chiusura si terrà al Palasport. A proposito del Carnevale storico ronciglionese edizione 2019, straordinario il numero di persone accorse da tutta Italia per godere della sfilata di domenica scorsa, la migliore delle tre. A sfilata terminata e stando alle testimonianze raccolte tra il pubblico, a Ronciglione non conta la quantità ma la qualità delle mascherate e dei carri allegorici. Quattro i carri grandi e ben 23 quelli piccoli di acccompagnamento alle rispettive mascherate; tutti hanno ammirato gli abiti di alta sartoria confezionati nelle case e nei laboratori: “Illusion”, “La danza dei cobra”, “I fantasmi dell'aldiquà”, “Il volo degli Unicorni”, “Il Poteatrino delle marionette”, “Falle du' gocce”, “L'acchiappasogni”, “Pon Pon”, “Colibriando” , giusto pe citarne alcune e, tra i volti mascherati, pare che si celasse anche la star internazionale Marco Mengoni, che tutti gli anni non disdegna di fare una capatina al suo paese natìo con gli amici di Milano. Chicca delle chicche, direttamente dal Carnevale della notte di sabato, Batman a bordo della sua batmobile attorniato da tutti i personaggi del fumetto-film. La macchina è stata progettata dall'ingegnere Alessandro Quatrini ed assemblata dal meccanico specializzato Michele Valeri. Gomme da Formula 1, computer di bordo e telecamera, motore di una falciatrice per campi da calcio, una vera opera di ingegneria, non nuova al duo vincente succitato. E poi, la terza domenica ha visto in campo altre maschere che hanno arricchito le sfilate di giovedì grasso e sabato notte, come “Le converse”, “Le lavatrici”, “I lampadari”, “Le dame nere”. Tutto esaurito nei ristoranti e nei bar, anche quelli sulle rive del Lago di Vico, grazie alla bellissima giornata di sole. Il carnevale di Ronciglione è anche la sfilata dei Nasi Rossi, che si è svolta ieri, con le maschere tradizionali a sfilare con pitali al cui interno fumano rigatoni al sugo. "Usiamo soltanto carni di prima scelta, macinato misto di maiale e manzo, 25 chili, e poi polpa di pomodoro fresco, sedano, carote, tutti gli odori. Per il condimento finale “'I buona Tavola' di Nepi hanno offerto il pecorino romano", ha svelato il presidente dei Nasi Rossi, Giuseppe Berrettoni, capo chef. Veglionissimo dei Nasi come tradizione vuole presso la discoteca I due Cigni, un veglione dove è vietata la maschera e dove è di rigore la cravatta.