Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Corse a vuoto ai nastri di partenza

Annamaria Socciarelli
  • a
  • a
  • a

Sabato 26 e domenica 27 agosto, si rinnova la magia della corsa dei cavalli senza fantino che da oltre 460 anni incanta cittadini e visitatori assiepati lungo le vie farnesiane di Ronciglione. Fino al 2011 due gli appuntamenti, il Palio di Carnevale e quello estivo e dal 2016 soltanto quello di San Bartolomeo di fine agosto, in onore al patrono e secondo le nuove leggi che regolamentano le corse degli equini, su terra battuta. Nove i rioni, (quelli che dal 1977 al 2011 venivano chiamati “scuderie”) che si contenderanno il “cencio” dipinto dalla senese Claudia Nerozzi, Campanone che correrà con Queen King, Case Nove con Lady Nine, Fontana Grande con Velenosa, La Pace con Qumersindo, Madonna di Loreto con Bomi, Montecavallo con Bomride da Clodia, Monumento con Mi Garba, San Severo con Scontroso, Sant'Anna con Soraya. Sabato 26 alle 10 si potranno visitare i rioni ed alle 10,30 seguirà la Fiera del cavallo, subito a seguire in piazza Vittorio Emanuele battesimo della sella per i più piccoli ed alle ore 11,30 presso la sala conferenze della Banca di Credito cooperativo di Ronciglione, convegno su “ Il cavallo atleta” a cura della Commissione veterinaria del Palio e dei dottori Graziano Ippedico, Paolo Nardi, Fernando Canonici. Nel pomeriggio apriranno la passeggiata i butteri maremmani e gli Ussari con la loro cavalcata storica in corso Umberto I, dalle ore 17,30 le batterie di prova per la gara di domenica e dalle ore 18,30, in piazza Vittorio Emanuele, spettacolo equestre. Alle ore 20,230, tutti i sostenitori delle Corse a vuoto, si riuniranno, ciascuno nel rione di appartenenza, per una cena propiziatoria. (Articolo completo sul Corriere di Viterbo del 26 agosto 2017)