Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sospetta busta esplosiva a Ronciglione, sarebbe la seconda in poche ore nella Tuscia. Arrivano gli artificieri

default_image

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Sospetta busta esplosiva a Ronciglione, intervengono gli artificieri. Nuovo allarme nella mattinata dell'11 marzo dopo il caso della donna ustionata martedì dopo aver aperto un plico a Fabrica di Roma. I carabinieri sono intervenuti nel centro di smistamento postale in strada Caprolatta dopo che la direttrice ha segnalato una busta sospetta, probabilmente esplosiva. Leggi anche: Esplode busta, ferita donna a Fabrica di Roma I militari hanno portato la busta all'esterno e l'hanno posizionata in un posto isolato. Si attende l'arrivo degli artificieri. Sarebbe il secondo il caso in poche ore dopo quello di martedì sera alle 20 quando una donna di 55 a Fabrica di Roma ha aperto una busta che è poi esplosa. La 55enne ha riportato delle ustioni a una mano ed è stata medicata al pronto soccorso di Civita Castellana. L'ipotesi è quella di uno squilibrato e probabilmente la catena viterbese è legata all'invio di altre buste esplosive nella capitale, sempre a persone che non ricoprono incarichi pubblici.