Sui costoni che franano tagliati 900 alberi

RONCIGLIONE

Sui costoni che franano tagliati 900 alberi

16.07.2019 - 14:29

0

Sui costoni della strada provinciale Valle di Vico, dove la settimana scorsa si è verificata la frana che ha rischiato di travolgere le auto in transito, sei anni fa fu operato un ampio disboscamento, per evitare, si disse, che le piante crollassero sulla carreggiata. E quindi per garantire l’incolumità dei passanti. Complessivamente furono segati 900 alberi di alto fusso, cerri e faggi. Dopo di allora, nella stessa identica zona, si è verificata un’altra frana nel settembre del 2016.
A mettere in fila gli eventi è l’associazione ambientalista Accademia Kronos, che all’epoca, per evitare lo “scempio” si battè, senza successo, soprattutto con l’amministrazione comunale di Caprarola.
La zona di cui precisamente si parla, all’interno della caldera di lago di Vico, è quella all’altezza del bivio tra la provinciale e la circumlacuale. La fortuna ha voluto che le due frane (2016 e 2019) non abbiano causato vittime. Il paradosso però è che in quella zona in passato frane non c’erano mai state, mentre oggi, dice Accademia Kronos, “si manifestano e si manifesteranno ogni volta che fenomeni meteo estremi si abbatteranno lì sopra”.
“Il disboscamento del 2013 - ricorda l’associazione ambientalista - prese le mosse nel 2012 quando qualche persona ‘illuminata’ lanciò un grido d’allarme nel Viterbese circa il pericolo che qualche albero del rigoglioso bosco dei Cimini potesse rovinare sulle macchine in transito lungo le strade del lago di Vico. Tale ‘grido d’allarme’ fu recepito soprattutto dal Comune di Caprarola. Il pericolo, secondo gli amministratori di allora, comprendeva gran parte della strada provinciale Valle di Vico nel tratto Centro chimico - bivio per San Martino al Cimino. Davanti al ‘pericolo’ per l’incolumità degli automobilisti, i Comuni di Caprarola e di Ronciglione si attivarono dunque subito nel tentativo di fronteggiare il problema. Ronciglione, tuttavia, si limitò a tagliare qualche pianta sospetta lungo il tratto di sua competenza. Non fu così, invece, per Caprarola”.
Sostiene ancora Accademia Kronos che per gli esperti, tra i quali anche quelli dell’Ispra, “gli alberi sospetti erano, su tutto il tratto stradale della provinciale Valle di Vico, solo 48. Quindi da potare o al massimo tagliare”.
Di sicuro, alla luce delle polemiche che furono sollevate da più parti, intervenne lo stesso ministero dell’ambiente per chiedere spiegazioni. Non ci fu nulla da fare: a poco valsero le proteste e gli esposti degli ambientalisti.
“Grazie a questa scelta distruttiva della foresta, antica vestigia della ‘Silva Cimina’, ora ad ogni bomba d’acqua - è l’amara conclusione di Accademia Kronos - dobbiamo aspettarci nuove frane. Il paradosso è che nel 2013 furono tagliate circa 900 piante per ‘salvare le persone’, mentre oggi per quella scelta scellerata si è invece messa realmente a rischio l’incolumità degli automobilisti”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Balzo occupazione in Usa a maggio, Trump: "Numeri incredibili"

Balzo occupazione in Usa a maggio, Trump: "Numeri incredibili"

(Agenzia Vista) Usa, 05 giugno 2020 Balzo occupazione in Usa a maggio, Trump: "Numeri incredibili" "Gli Stati Uniti hanno di gran lunga superato la pandemia di Covid-19", ha dichiarato il presidente Trump durante una conferenza stampa nella quale ha letto i dati più che positivi sull'occupazione di maggio. Fonte White House Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Mara Venier, condurrà Domenica In col gesso domenica 7 giugno: "Vado in onda, almeno ci provo"

Televisione

Mara Venier, condurrà Domenica In col gesso domenica 7 giugno: "Vado in onda, almeno ci provo"

Mara Venier domenica 7 giugno andrà in onda con il gesso. A confermarlo la stessa conduttrice di 'Domenica in' che, contattata dall'Adnkronos ammette: "Sì andrò in onda o ...

05.06.2020

Il Coraggio di Angela in tv su Rai1, la storia vera di Silvana Fucito: chi è l'imprenditrice

Televisione

Il Coraggio di Angela in tv su Rai1, la storia vera di Silvana Fucito: chi è l'imprenditrice

La storia di coraggio e di impegno di Silvana Fucito ha ispirato la miniserie televisiva “Il coraggio di Angela” con protagonista Lunetta Savino, in onda su Rai1 stasera ...

05.06.2020

Torna la musica dal vivo: Max Gazzè in concerto a Roma a luglio: le date

L'appuntamento

Torna la musica dal vivo: Max Gazzè in concerto a Roma a luglio: le date

Lo aveva annunciato sui suoi social pochi giorni fa e ora arriva la conferma ufficiale: Max Gazzè questa estate non si fermerà e il 2, 3 e 4 luglio darà il via al ritorno dei ...

05.06.2020