Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vittorio Sgarbi senza freni contro la Pasqua in casa: "Palazzo di str**zi, cacciateli a pedate" | Video

  • a
  • a
  • a

Vittorio Sgarbi torna ad attaccare il governo sull'emergenza sanitaria e in particolar modo le misure restrittive imposte anche a Pasqua agli italiani. "Palazzo di str**zi, cacciateli a pedate", tuona il parlamentare e sindaco di Sutri in un video pubblicato sulla sua pagina Facebook nella tarda serata del giorno di Pasqua. Il critico d'arte ha girato il filmato all'aperto, da solo, nei pressi di Montepulciano"Soltanto un governo di deficienti può tenere chiusa la gente in casa a vedere la televisione mentre l'aria aperta è questa. E in televisione senti un virologo che dice che dopo il vaccino uno deve portare la mascherina anche all'aperto. Ma questi sono dei pazzi. E' gente che vuole soltanto la vostra malattia", ha detto rivolto all'obiettivo.

 

Conquistate quel Palazzo di stronzi e cacciateli a pedate!

Conquistate quel Palazzo di stronzi e cacciateli a pedate!

Pubblicato da Vittorio Sgarbi su Domenica 4 aprile 2021

 

Sgarbi dunque continua la sua battaglia contro delle misure restrittive che giudica esagerate. Non è la prima volta che le ha criticate e a Sutri, comune dove è sindaco, la scorsa estate aveva addirittura annunciato un'ordinanza che prevedeva multe per chi indossava la mascherina senza necessità. "Chi ha avuto il Covid come l'ho avuto io ha gli anticorpi e non può ne prenderlo ne darlo", continua nel filmato girato poco prima di Montepulciano per poi aggiungere: "Sono tutti deficienti, vi hanno tenuto in casa, in un giorno come questo, con una luce meravigliosa, impedendovi di stare all'aria aperta. Questo non è un governo, sono degli idioti, peggio dei nazisti che vogliono imporvi la follia".

 


Il parlamentare continua nel suo attacco. "Chi porta la mascherina è perché è rassegnato, ha paura. Ma se pensasse che respirare questa aria gli fa male vuol dire che è veramente impazzito. In realtà sono pazzi per forza perché hanno paura che arrivi un cogl**ne che gli fa la multa". Poi l'appello agli italiani "Ribellatevi, ribellatevi, ribellatevi", urla Sgarbi aggiungendo: "Conquistate quel palazzo di str**zi e cacciateli a pedate".