Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Crisi in Comune, precipita la situazione: consiglieri pronti a dimettersi

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Questione di giorni e Michelini sarà sfiduciato. A giugno si torna a votare. Una voce insistente. Solo una voce. Il fatto nuovo però è che da ieri di questo scenario si ragiona sia tra i consiglieri di minoranza, sia tra i 7 della maggioranza che hanno chiesto al sindaco di dimettersi. E soprattutto se ne parla come di una cosa praticamente fatta. Preso atto della volontà del sindaco di non gettare la spugna, Serra e gli altri avrebbero già consultato il notaio presso il quale andare a depositare, nei prossimi giorni, le firme con cui formalmente rassegneranno le proprie dimissioni da consiglieri comunali. Solo così, si apprende, si riuscirebbe ad andare al voto a giugno. Infatti, secondo le date fornite dalla Prefettura, se la caduta del Comune avvenisse dopo il 24 febbraio, si tornerebbe alle urne nel 2017, cioè dopo oltre un anno di commissariamento. (Servizio completo sul Corriere di Viterbo in edicola il 23 gennaio 2015 o sull'edicola digitale)