Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La maggioranza litiga sull'ambiente

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Nemmeno l'avvicinarsi della pausa di Ferragosto è motivo di tregua dentro la maggioranza. E infatti, anche se l'ordine di scuderia è di mantenere il più possibile le polemiche sotto coperta per non fare altre brutte figure, il clima resta teso. Da un lato FI, apparentemente sempre più isolata, dall'altro Fondazione e Fratelli d'Italia insieme. Al centro, quasi da battitrice libera, la Lega. Sull'onda delle proteste per la scarsa pulizia della città, il tema attorno al quale si sta consumando in queste ore l'ennesimo scontro è l'ambiente. Ovvero, la mancata designazione di un assessore a causa, proprio in Forza Italia, della non disponibilità di Elpidio Micci e Antonella Sberna. Su quale strada intraprendere per uscire dal vicolo cieco, ha detto il sindaco che si discuterà dopo Santa Rosa. Anche perché lui oggi parte per le vacanze. La responsabilità del settore resta quindi ancora in capo a lui, che per la verità non esclude di tenersi le deleghe anche dopo il 3 settembre, ferma restando la possibilità di farsi, parole sue, “aiutare da un semplice consigliere”. Scenario, questo, che però sta mandando su tutte le furie proprio Fondazione e FdI, come non nasconde Paolo Bianchini, che ieri mattina ha postato su Facebook alcune foto di quartieri dove l'erba non è stata ancora tagliata, corredate dall'emblematica didascalia “è vero: nominare l'assessore all'ambiente non è una priorità per la città. Va tutto bene madama la marchesa”. Interpellato dal Corriere si è limitato a dire di voler evitare ulteriori polemiche, aggiungendo solo che “sono mesi che io e Santucci stiamo dicendo al sindaco che serve per forza un assessore all'ambiente. Se lui fa il sindaco, mi pare ovvio che non riesca ad occuparsi anche della pulizia delle strade. Dico solo questo e basta”. Al di là dell'erba, sono sempre più numerose anche le segnalazioni di cumuli di rifiuti che molti continuano a gettare dove capita. E' il caso della denuncia, portata ieri alla ribalta delle cronache dalla Cisal, sulla situazione in cui versa da qualche giorno località Fontanile di Fiescole, da pochissimo tempo ripulita dai volontari. “Nella notte tra lunedì e martedì - dice il sindacato - ignoti hanno nuovamente gettato nel piazzale contenitori per vernici murarie e sacchi contenente vario materiale usato principalmente per ristrutturazioni edilizie. La zona era stata ripulita grazie all'intervento di 100 volontari. A questo punto - conclude il sindacato - si rende necessario un intervento più concreto da parte delle istituzioni e delle forze di polizia con un controllo innanzitutto del contenuto dei sacchi, dal quale si potrebbe risalire al responsabile, e l'installazione di fototrappole”.