Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rincari al parcheggio dei pendolari, 10 sindaci chiedono di ripensarci

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Dieci sindaci, in rappresentanza dei loro concittadini che stanno riscontrando difficoltà rispetto ai rincari (aumento del costo da 24 a 37 euro mensili per i non residenti a Orte) per la sosta delle auto nel parcheggio di Molegnano, scrivono al sindaco di Orte, Giuliani, sollecitando un incontro per individuare una soluzione al problema.  "Ti chiediamo - scrivono - di istituire con cortese sollecitudine un tavolo istituzionale e nel contempo ti rappresentiamo la nostra disponibilità, già concretamente e fattivamente assicurata nel 2017, a condividere le problematiche del tuo territorio individuando modalità che non ledano la già travagliata situazione economica di tanti pendolari afflitti dall'ennesimo aumento tariffario”. La missiva porta la firma di: Laura Pernazza, sindaco di Amelia; Daniele Nicchi, Attigliano; Alessandro Romoli, Bassano in Teverina; Danilo Piersanti, Gallese; Stefano Paoluzzi, Penna in Teverina; Fabio Menicacci, Soriano nel Cimino; Adelio Gregori, Vallerano; Antonio Porri, Vasanello; Federico Grattarola, Vignanello; Ruggero Grassotti, Vitorchiano. “Sono ben felice della sensibilizzazione dei sindaci dei paesi limitrofi e accolgo volentieri la loro richiesta”, replica il sindaco Giuliani, “Quanto prima mi farò carico di organizzare questo tavolo istituzionale coinvolgendo anche la Regione Lazio, la Regione Umbria, il ministero dei Trasporti, Trenitalia e Rfi. Chiederò anche al prefetto di partecipare per decidere se il parcheggio di Molegnano è un centro Intermodale e come tale non può essere gestito dal Comune oppure, se gestito dal Comune, di sollecitarne i finanziamenti per recuperare non solo i costi di gestione ma migliorare anche la struttura di sosta".