Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cambio assegni a tassi da usura: chiesti 6 anni per ex bancario

default_image

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Chiesta la condanna a sei anni per Angelo Valleriani, l'ex funzionario della filiale di Viterbo della Banca di Roma accusato di essere il fulcro di un'organizzazione di “strozzini” che operava nell'Alta Tuscia. A sollecitare la pena è stato il pm Michele Adragna che ha ereditato l'annoso fascicolo (i fatti contestati risalgono al 2004-2007) da Fabrizio Tucci nel frattempo trasferito a Roma. Il processo è iniziato nel marzo del 2014 ed è alle battute finali dopo un dibattimento lungo cinque anni. L'accusa ha sollecitato la condanna per gran parte dei capi di imputazione relative alle presunte condotte usuraie, mentre ha sollecitato l'assoluzione per le minacce perché non ci sarebbero solidi elementi di prova e il non doversi procedere per l'ipotesi di estorsione per prescrizione. Gran parte dell'udienza ha visto protagonisti i due difensori di Valleriani - gli avvocati Marco Russo (nella foto) e Giuliano Migliorati - che hanno puntato sulle contraddizioni che emergerebbero sia dai documenti del fascicolo che dalle testimonianze delle presunte vittime. Gran parte delle arringhe si è concentrata sulla consulenza redatta per ordine del collegio giudicante. “Mancano diversi documenti e le presunte attività usuraie e ci si basa in sostanza sulle dichiarazioni di coloro che sostengono di aver avuto i prestiti”. Vittime che, secondo l'accusa, sarebbero state costrette a pagare interessi fino al 400%. Un imprenditore di Montefiascone, titolare di una concessionaria di moto, avrebbe versato 630mila euro a fronte di prestiti, fatti con il cambio o rinnovo di assegni, per 400mila euro. Per un complice, Gianpaolo Bannetta, sono stati chiesti 4 anni, mentre per Vincenzo Falcone il pm ha sollecitato l'assoluzione. Il quarto imputato nel frattempo è deceduto. Il collegio – Silvia Mattei presidente, Elisabetta Massini e Giacomo Autizi a latere – ha rinviato al 25 giugno per la sentenza.