Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

"Mi ammazzo", donna salvata dai carabinieri

default_image

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

L'hanno salvata i carabinieri quando aveva già scelto l'albero dove impiccarsi. La donna di 54 anni tuttavia non è riuscita a portare a termine il suo piano suicida, grazie alla prontezza dei carabinieri che sono intervenuti prima che si stringesse la corda al collo. L'allarme era stato lanciato nel pomeriggio di mercoledì dal marito della donna, dopo che la signora era uscita di casa dicendo “mi ammazzo”. Sulle tracce della donna si sono messi immediatamente i carabinieri di Capodimonte e Marta.I militari sono riusciti a ricostruire il cammino della donna che sarebbe transitata - alcuni testimoni l'hanno vista per pochi minuti - in un camper dove ha parcheggiato un camper per poi allontanarsi, presumibilmente con una corda, lungo la strada provinciale. Dopo un po' tramite l'incrocio delle celle telefoniche i carabinieri sono riusciti a localizzare il punto dove si era fermata la donna. La signora si era portata fino a una zona in riva al lago a Montefiasocne. E' stata trovata all'interno della sua automobile lungo una strada sterrata vicino alla riva. Da quello che si è appreso ancora pochi minuti poi, probabilmente avrebbe portato a termine il suo piano. La donna era piuttosto agitata e non è stato facile calmarla. Solo dopo diversi minuti ha accettato di farsi prestare le prime cure da uno specialista. Oltre ai carabinieri di Capodimonte e di Marta, è intervenuta anche una pattuglia di Montefiascone e i sanitari del 118 che hanno prestato le prime cure alla signora.