Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Gruppi politici e partiti in gran fermento per le amministative

Lia Saraca
  • a
  • a
  • a

Gruppi politici e partiti alla ricerca di alleanze politiche. Sul colle, e non solo, si assiste ad un gran movimento tra riunioni, incontri conviviali più o meno segreti e accese discussioni anche alla luce del sole. La sollecitazione, come è ormai noto, viene provocata dalle elezioni comunali previste il prossimo anno, un appuntamento elettorale atteso dai cittadini di Montefiascone ma ancora di più da alcune figure politiche rimaste a bocca asciutta nella scorsa tornata elettorale. Ecco la nuova opportunità, dunque, per poter rientrare sulle scene della politica grazie alle operazioni dei cosiddetti “prestigiatori”, esperti nelle “riapparizioni”. Ma, la prova del fuoco per alcuni gruppi, è proprio la scelta del candidato a sindaco, una figura che deve essere necessariamente condivisa, capace di raccogliere voti e consensi. Secondo i ben informati dello scenario politico locale, al di là di quanto i presunti cosiddetti “prestigiatori” della politica sono in grado di far apparire, per alcune formazioni il candidato a sindaco della lista è già pronto alla sfida, e guida da tempo alleanze e accordi. Ecco, quindi, il “gioco di prestigio” per legittimarlo nell'ambito della propria coalizione e per poter bruciare allo stesso tempo, papabili o nuovi aspiranti alla poltrona di primo cittadino del colle. Le formazioni politiche, che fino a qualche tempo fa si trovavano ai blocchi di partenza, sono spronate nella ricerca della quadra per entrare nell'arena delle elezioni comunali 2016. Molti pensano ad una “formazione mista” tra noti volti politici e quelli nuovi, pronti al debutto politico o per riaffacciarsi sulla scena locale dopo delusioni e insuccessi. Altri, invece, sono alle prese con gli squilibri interni al proprio gruppo politico di riferimento o di partito. Per questo, forti di incarichi e presunte tessere, parlano di lista civica, così da poter fare a meno del simbolo del partito e mirare ad alleanze più ampie. Insomma, si lavora alla sfida elettorale in una situazione che per ora, è in piena evoluzione. Chi è partito con largo anticipo cerca nuove strategie, chi aspetta cerca di confondere le acque e chi osserva dietro le quinte è sempre pronto a “cambiare bandiera” per saltare sul carro dato come vincente. Più che in passato, si mira ad allargare la base dei gruppi, una mossa lungimirante ma anche implosiva, tesa a raccogliere voti ed unire le forze. L'obiettivo infatti è quello di eliminare la formazione di altre liste, ed avere in pugno, almeno sulla carta, la vittoria delle elezioni amministrative. Non è utopistico, infine, affermare ancora come sui progetti reali, e ancora di più su fatti passati e presenti, la cittadinanza di Montefiascone aspetta al varco i futuri candidati, consapevole dell'importanza del voto e delle scelte da compiere davanti alla scheda elettorale. Lia Saraca