Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

"Per l'Arpa il nostro lago è balneabile"

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

“La balneabilità del lago di Bolsena è regolata dalle analisi fatte dall'Arpa Lazio. Le invia alla Regione che indica, poi, i tratti balneabili e non comunicandoli ai Comuni. Dopo le ultime segnalazioni, l'Arpa ha rifatto le analisi per verificare la balneabilità e hanno dato esito negativo, quindi i dati rilevati giudicano il nostro lago idoneo alla balneazione”. Lo ha sottolineato con forza il sindaco di Montefiascone, Luciano Cimarello, durante il Consiglio comunale di venerdì scorso. L'argomento è stato sollecitato dall'interrogazione posta dal consigliere di minoranza Massimo Ceccarelli. “Tra la popolazione c'è allarmismo sulle condizioni del lago - chiede -. Circolano foto e filmati che parlano di inquinamento e sversamenti di liquami. Cosa sta succedendo?” Dalle fila dell'opposizione prende la parola anche il consigliere Luca Bellancanzone per confermare lo stato di allarme. Si aggiunge Massimo Paolini e ricorda come già nel 2011 aveva proposto l'stituzione di una commissione specifica per il controllo del funzionamento del collettore del Cobalb. La parola passa al sindaco che spiega: “Rispetto alla situazione generale c'è un elemento di maggiore ottimismo: la Regione ha stanziato due milioni e 150 mila euro per risolvere il problema dell'anello circulacuale del Colbalb e per completarlo. Dopo una serie di balletti della precedente amministrazione Polverini, è stato fatto un piano finanziario dove la somma è presene nei capitoli di spesa del 2015 - 20 16 e 2017. Anche la Comunità europea ne è ha conoscenza”. Di seguito, illustra come “il grosso dei lavori viene fatto nel 2016” e che “il progetto elaborato permetterà di risanare e completare il sistema di sollevamento delle pompe”, sottolineando che come sindaco ha “sollecitato tantissime volte fino alla realizzazione del crono programma dei lavori”. Sugli sversamenti Cimarello dichiara che “purtroppo accadono per cause tecniche legate alle pompe e che il Cobalb ha grandi problemi ed ha necessità di essere sciolto per entrare in Talete”. Infine, Cimarello conclude: “Non sono uno che minimizza, il lago è una risorsa idrica importante. Voglio evidenziare, però, l'imbecillità di alcune persone che si divertono a scambiare e fotografare scie di alghe per liquami e cose di questo genere, procurando un enorme danno al nostro lago”.  Lia Saraca