Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Dottor Giuseppe Conti, la psicoterapia: aiuto concreto per un percorso di vita sereno

Contenuto sponsorizzato

  • a
  • a
  • a

Il professionista, con studio a Viterbo, vanta alle spalle anni di esperienza in materia e specializzazioni

I nostri vissuti psichici, così come le problematiche, sono sempre legati a dinamiche di gruppo

Spesso, quando pensiamo alla salute, tendiamo a focalizzarci soltanto sul fisico.
Altrettanto importante per il benessere è invece anche avere cura della salute mentale, rivolgendosi a un professionista in caso di necessità. 
A Viterbo un riferimento è rappresentato dal dottor Giuseppe Conti,  professionista con anni di esperienza alle spalle, specializzato in materia di psicoterapia individuale, di gruppo, nel training autogeno e nei problemi psicologici di relazione. 

LA FILOSOFIA
In particolare, il dottor Conti pone una grande attenzione nei confronti della psicoterapia di gruppo. Quest’ultima parte dall’idea che non esistano problematiche che siano strettamente personali. I nostri vissuti psichici infatti, sono sempre collegati a dinamiche di gruppo, che, come spiega il sociologo italiano Franco Ferrarotti, hanno origine dal concetto di coppia.
La vita umana inizia effettivamente dalla coppia, un fatto fondamentale sia dal punto di vista sociale che da quello emozionale. Una volta che due individui si uniscono, tramite la loro attività danno vita a un terzo, in questo caso il figlio.
Per questo motivo possiamo dire che la vita umana inizia proprio dal gruppo, e che a seguire si sviluppa in un rapporto che mette in relazione l’io, l’altro e l’altro ancora.
Questo succede fin dai primi anni della nostra vita, quando nel rapporto diatico tra madre e figlio si unisce il terzo, ovvero il padre: colui che spingerà il bambino a uscire dalla diade e dalla simbiosi con la madre, per iniziare a istituire nuove relazioni. 
Tutti questi concetti, precisa il dottor Conti, non sono da concepire a una sorta di livello magico, ma sono effettivamente registrati a livello cerebrale.
Il nostro cervello infatti vive i rapporto con gli altri come immagini mentali: ogni volta che conosciamo una persona e instauriamo una relazione, di natura positiva o negativa che sia, questa diventa un oggetto mentale operante dentro di noi, costruito attraverso la nostra esperienza e le nostre memorie.
La vita mentale è quindi a tutti gli effetti una realtà oggettiva.

L’ASSOCIAZIONE


Un mondo di sinergie e collaborazioni

Anche se gli psicologi e i terapeuti tendono a specializzarsi in alcuni campi predefiniti, come sottolinea il dottor Giuseppe Conti, ogni ramo della psicologia rappresenta un’utile forma di sostegno all’individuo.
Si tratta infatti di pratiche che modificano l’aspetto dell’individuo anche in modo durature.
In particolare poi, le terapie non sintomatiche, ma che lavorano direttamente sul piano personale, richiedono un lavoro ancora più profondo, che va ad analizzare nel dettaglio la storia del soggetto, attraverso un’analisi.
In un’ottica sinergica, il dottor Conti fa parte dell’associazione Il Ramo d’Oro, costituita da un gruppo di persone, di cui la maggior parte psicologi e psicoterapeuti, ma anche persone di cultura in genere, con lo scopo di creare occasioni per dibattere e discutere in riunioni libere e amichevoli i temi della psicologia, non in termini strettamente professionali, quanto piuttosto culturali.


IL RUOLO


Contributo scientifico di grande rilevanza
Il dottor Giuseppe Conti sottolinea che il compito della psicologia in ambito sanitario, ma anche più in generale, è quello di dare un prezioso contributo scientifico.
Lo psicologo non si occupa infatti di consolare le persone, come spesso erroneamente si crede, ma di aiutare gli individui a uscire da situazioni anche complesse in cui si trovano coinvolte.

I VANTAGGI DELLA TERAPIA DI GRUPPO
Imparare a relazionarsi con gli altri
Il dottor Giuseppe Conti spiega che nella sua esperienza professionale, spesso la dinamica della terapia di gruppo si è rivelata più efficace e importante di qualsiasi analisi individuale.
Questo avviene in quanto, instaurando relazioni con altri individui, noi siamo in grado di rivivere il nostro vissuto a livello di partecipazione emotiva, con una grossa responsabilità. Negli incontri di gruppo, inoltre, le persone non finiscono quasi mai per instaurare rapporti di coppia o relazioni sentimentali, perché i partecipanti a questa tipologia di gruppo sono consapevoli di essere lì per cercare qualcosa di ancora più profondo e importante, ovvero l’essenza della propria storia personale e del proprio vissuto.