Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Easy Care, una sanità integrativa e diffusa è possibile

Contenuto sponsorizzato

  • a
  • a
  • a

Easy Care con Aglea Salus risponde alle esigenze di tutela di sempre più cittadini, e per questo sta ampliando la propria rete di informatori

Può diventare socio informatore chiunque voglia diffondere la mission della società

 

Dalla certezza che il mutuo soccorso rappresenti un approccio tra i più adatti per la fase storica che stiamo vivendo, quando si tratta di accesso alle prestazioni sanitarie, nasce lo sforzo profuso in decenni d’esperienza nel settore assicurativo da parte di Massimo Di Rienzo e i suoi soci. Un bagaglio di competenze trasferito in Easy Care, società composta da broker assicurativi, che supportano nella valutazione delle migliori soluzioni assicurative e mutualistiche per persone e aziende. E tra queste anche l’adesione a società generali di mutuo soccorso come Aglea Salus, nata nel 2015, per realizzare un sistema di sanità integrativa diffusa che possa rispondere in maniera efficace ai bisogni di tutela dei cittadini, ottimizzando le disponibilità economiche già impiegate dalle famiglie in questo settore, e offrendo ai propri associati prestazioni mediche a costi agevolati, un corretto e veloce accesso alle informazioni e alla diagnosi precoce. Il tutto attraverso un’offerta di pacchetti di sussidi, a quote differenziate, che coprono interventi chirurgici, degenze, visite e accertamenti, alta diagnostica e assistenza per invalidità e perdita di impiego.

 

POSIZIONI APERTE
Come spiega Massimo Di Rienzo, presente dal 2008 in questo specifico settore, la mission mutualistica necessita di essere divulgata, e per questo Easy Care sta puntando fortemente sull’ampliare la propria rete di informatori. E ciò non solo nel viterbese, ma in tutti il territorio nazionale. L’incarico di socio informatore può essere svolto da chiunque voglia diffondere i vantaggi dell’entrare nella famiglia di questa società di mutuo soccorso, basata sui principi della sussidiarietà e solidarietà. Inoltre non è richiesta la partita Iva o l’iscrizione a qualsiasi albo professionale o registro, e non si configura conflitto di interessi con posizioni analoghe di altri settori, essendo l’attività di socio informatore svolta a favore di una società senza scopo di lucro.


Centrale Salute, le modalità dirette e indirette per accedere alle prestazioni

La flessibilità nell’erogazione dei servizi a supporto della tutela

Copertura per i servizi nelle strutture convenzionate, ma anche in quelle non convenzionate

La pandemia degli ultimi due anni ha accentuato le difficoltà già presenti nel sistema sanitario pubblico italiano, e oggi risulta chiaro come il coprirsi le spalle in anticipo, nell’evenienza di problemi di salute, sia sempre più necessario. Ciò soprattutto in vista di un ricorso a prestazioni mediche particolarmente gravose e che potrebbero pesare sui patrimoni famigliari. Aglea Salus mette quindi a disposizione diverse modalità di erogazione dei sussidi, in modo da garantire la massima flessibilità.

 

SUSSIDI IN PIÙ FORME
Per tutto il corso di validità del sussidio, l’assistito avrà a disposizione il supporto della Centrale Salute Ipazia Service. Nello specifico, sarà possibile accedere alle prestazioni in forma diretta, quando erogate dalle strutture convenzionate appartenenti al network sanitario, senza necessità di anticipare alcun importo. Gli assistiti potranno poi richiedere il rimborso delle spese sostenute per prestazioni ricevute presso strutture non convenzionate con la Centrale Salute, nei limiti e secondo le condizioni previste nel sussidio di riferimento. In entrambi i casi, ovvero sia nella forma diretta che indiretta, la richiesta di accesso alle prestazioni è presentabile mediante compilazione del modulo online sul sito della Centrale Salute Ipazia Service. Altra modalità è quella relativa alle prestazioni rese in forma mista, configurabile nel momento in cui la struttura sanitaria è convenzionata con la Centrale Salute, ma l’equipe medica no. La centrale operativa procederà con il così detto “pagamento misto”, ossia verranno applicate i criteri e le modalità previste per ciascuna delle due forme.

NELLO SPECIFICO
Spese coperte a 360 gradi, prima e dopo gli interventi
Ecco alcuni esempi delle garanzie messe in campo da Aglea Salus per i propri assistiti. Il sussidio relativo alle cure denominate “Long Term Care” si attiva in relazione all’insorgenza di eventi imprevisti ed invalidanti dell’associato contraente, derivanti sia da infortunio che da malattia, tali da comportare uno stato di non autosufficienza per il quale l’associato non può svolgere autonomamente le attività elementari della vita quotidiana. Altro caso è quello del ricovero, con o senza intervento chirurgico, reso necessario da malattia o infortunio, che risultino compresi nei termini del sussidio sottoscritto. In questo caso si provvede a rimborsare le spese inerenti la malattia e/o infortunio sostenute durante il ricovero per accertamenti diagnostici, compresi onorari medici e visite specialistiche nei 90 giorni precedenti il ricovero. Si provvede, inoltre, al rimborso delle spese sostenute nei 90 giorni successivi al ricovero, per esami diagnostici e visite specialistiche, prestazioni mediche; trattamenti fisioterapici e rieducativi, medicinali e cure termali.