Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

ECOSANTAGATA LA VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO PASSA ANCHE DA UNA CHIARA VISIONE DI SOSTENIBILITÀ CON LA FINALITÀ DI OTTENERE UN MINORE IMPATTO GIÀ DA OGGI

Contenuto sponsorizzato

  • a
  • a
  • a

Una gestione responsabile dell’ambiente

La storia di questa impresa innovativa ha avuto inizio negli anni Ottanta a Civita Castellana

Mai come in questo momento storico è importante avere un occhio di riguardo per le generazioni future. I recenti e ambiziosi obiettivi legati alla riduzione delle emissioni di gas serra proposti a livello globale ne sono un chiaro segno: è necessario agire oggi per preservare il pianeta. Questa è anche la filosofia che sta alla base di Ecosantagata, un’azienda con sede nel Viterbese che si occupa di gestire l’ambiente in maniera sostenibile e attenta.

LA STORIA
Ecosantagata è l’ultimo capitolo di una storia che parte dagli anni Ottanta a Civita Castellana, dove la società ha preso in carico la gestione della discarica degli inerti e gessi del polo ceramico. Oggi, si guarda al futuro con attività non solo di stoccaggio ma impegnandosi a curare progetti per il recupero e per la produzione di materie prime secondarie. L’obiettivo dell’azienda è quello di creare valore condiviso per il territorio e per tutti coloro che lo abitano. Per questo ci si impegna in progetti che hanno il fine di condividere con la comunità locale parte dei ricavi generati dalla gestione del sito di stoccaggio, diffondere la cultura ambientale e incentivare la crescita socioeconomica del territorio.

L’IMPIANTO
Ecosantagata mette a disposizione un impianto di smaltimento moderno, un organismo ingegnerizzato che si integra con l’ambiente generando il minor impatto possibile.  In tale impianto, il fondo della discarica viene isolato assieme alle sponde per garantire il completo isolamento delle acque profonde ed evitare, così, fenomeni di inquinamento ambientale.

 

LANDFILL MINING
Polo ceramico: ora gli inerti sono recuperati

Il team di Ecosantagata è fermo sui propri ideali: offrire alle generazioni che verranno un futuro più sostenibile.
Per questo, la società è attiva con un progetto per il recupero e la riqualificazione di inerti e gessi smaltiti dal polo ceramico di Civita Castellana negli anni Ottanta. Si tratta di uno dei programmi più importanti portati avanti dall’impresa. L’idea è unica nel suo genere: un progetto di landfill mining dell’intera area di discarica di inerti e gessi, che consentirà il recupero di prodotti collocati nel sito fin dagli anni Ottanta e Novanta. Ciò che verrà recuperato potrà godere di nuova vita poiché i materiali dei quali è composto verranno impiegati in molteplici attività. Il landfill mining è una tecnologia di intervento che prevede l’escavazione dei rifiuti - solitamente in vecchie discariche - e il loro successivo trattamento meccanico che mira all’inertizzazione, alla separazione e alla selezione delle diverse componenti (materiale fine, frazioni recuperabili e residui), in modo che queste possano essere gestite in modo differenziato. Questo intervento consentirà una riconfigurazione dell’intera area con nuovi invasi di raccolta realizzati secondo le normative CE.