Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ardea, il killer stava sempre chiuso in camera. Andrea Pignani sui social si faceva chiamare Mr Hyde

  • a
  • a
  • a

Restano tante ombre sulla figura di Andrea Pignani il 35enne che domenica 13 giugno ha fatto fuoco senza un perché uccidendo due bambini di 10 e 5 anni, Daniel e David Fusinato, e un anziano di 74, Salvatore Ranieri. Continuano le indagini dei carabinieri per capire il movente della strage, sempre che ci sia. L'omicida che poi si è suicidato poco dopo da mesi si era isolato. L'ingegnere informatico era chiuso perennemente nella sua stanza, con contatti con l’esterno quasi nulli, Pignani sui social si faceva chiamare Mr Hyde come l’alter ego malvagio del dottor Jekyll. Due mesi fa l’addio anche da parte della sua fidanzata. Oggi, 15 giugno, sono stati sequestrati il pc e il cellulare di Pignani, quello che si vuole stabilire è se nella memoria digitale possa emergere qualcosa che lasciasse presagire la volontà dell’uomo di abbandonarsi a un gesto così drammatico.

Per ora ci sono le testimonianze su quello che è accaduto domenica mattina. E' uscito di casa con felpa, zainetto e guanti, tenendo in pugno la pistola con cui poi ha ucciso i due fratellini e Salvatore Ranieri. Sulla salute dell’assassino, che poi si è suicidato in casa dopo che le forze dell’ordine vi hanno fatto irruzione, sembra ormai chiaro che non fosse seguito con cure appropriate. Dopo aver minacciato la madre nel 2020 Pignani fu portato all’ospedale di Ariccia dal quale fu dimesso, dopo consulto psichiatrico, la mattina successiva con diagnosi di "stato di agitazione - paziente urgente differibile che necessita di trattamento non immediato". 

 

È stata completata nel tardo pomeriggio di oggi, 15 giugno, l’autopsia dei due fratelli di Ardea, David e Daniel Fusinato, 5 e 10 anni, e Salvatore Ranieri, 47 anni. All’istituto di medicina generale del policlinico Tor Vergata a Roma - che oggi ha ricevuto l’incarico dalla Procura di Velletri - si passerà poi giovedì ad esaminare la salma di Andrea Pignani, l’omicida-suicida. Per il 35enne è stata anche richiesto l’esame tossicologico. L’esito dell’indagini dei medici legali si avrà tra 60 giorni, intanto per le vittime si pensa ai funerale che si dovrebbe tenere tra giovedì e venerdì, a Ostia, quando i corpi saranno restituiti alle famiglie.