Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Roma, bambino di tre anni caduto nel pozzetto. La Procura apre inchiesta e sequestra tutta l'area. Il piccolo ricoverato al Gemelli, ecco come sta

  • a
  • a
  • a

Bimbo caduto nel pozzetto. la Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine in relazione alla vicenda del bambino di tre anni precipitato in un pozzo in via Stefano Borgia, zona Primavalle, a Roma. Il procuratore aggiunto Nunzia D’Elia ha disposto il sequestro dell’area dove è avvenuto l’incidente. A quanto si apprende il bimbo, ricoverato al Gemelli, è in buone condizioni. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, le pattuglie della polizia locale del XIV Gruppo Monte Mario e i carabinieri che stanno svolgendo accertamenti sull’accaduto.


L'incidente è avvenuto questa mattino intorno alle 11.30 quando i vigili del fuoco di Roma sono intervenuti per soccorrere un bambino di tre anni e mezzo caduto in un pozzetto profondo 3 metri in un’area di cantiere. Il celere intervento ha permesso di recuperare il bimbo in breve tempo ed affidarlo in buona salute al 118 che ha provveduto al trasporto presso l’ospedale Gemelli. Il pozzo, della raccolta delle acque piovane, ha una dimensione di 50x50 centimetri, altezza di circa centimetri 4.70. I caschi bianchi hanno provveduto a delimitare l’area e fornito ausilio ai vigili del fuoco. È stata contattata la ditta per il transennamento. Sulle cause sono in corso le indagini da parte dei carabinieri delegati dalla Procura di raccogliere tutti gli elementi per valutare eventuali responsabilità.

 

L'incidente è avvenuto proprio nei giorni nei quali ricorre il quarantesimo anniversario della tragedia del pozzo di Vermicino dove perse la vita il piccolo Alfredino Rampi. Tra il 10 e il 13 giugno tutta l'Italia restò incollata al televisore per seguire le dirette dei soccorsi con i tentativi, andati a vuoto, di tornare fuori il bambino dal pozzo artesiano profondo 80 metri nel quale era caduto. Il piccolo prima si incastrò a 34 metri poi precipito a oltre 60. Vani i tentativi di scavare un pozzo parallelo collegandolo con un tunnel e i tentativi a testa in giù di diverse persone.