Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Roma reclusa e violentata per mesi. L'incubo di una ragazza di 19 anni

  • a
  • a
  • a

Reclusa in casa, seviziata e stuprata per mesi. Era arrivata in Italia due anni fa assieme al suo compagno, un pakistano di 29 anni, domiciliato sul territorio italiano e privo di precedenti penali. Assieme a lui abitava un connazionale di 36 anni, con precedenti penali. Nel corso di questo periodo la donna, una tedesca di 19 anni è stata costretta a vivere reclusa all’interno dell’appartamento a Roma assieme ai due uomini, costretta nel tempo a subire violenze e abusi sessuali. Il 27 maggio scorso, finalmente approfittando di un momento di distrazione da parte dei suoi "aguzzini" è riuscita a scappare di casa e chiedere aiuto ad un passante, il quale dava l’allarme e accompagnava la giovane donna presso il Comando Stazione  Carabinieri Cesano di  Roma.

La situazione, apparsa evidente per la sua gravità, ha portato i militari, ad arrestare i due uomini, accompagnati presso il carcere di Rieti. Il Giudice delle Indagini Preliminari di Roma su richiesta della competente Procura convalidava l’arresto ed emetteva misura cautelare nei confronti dei due stranieri. 

Ora gli inquirenti dovranno ricostruire come la donna è finita nella rete del pakistano. da quello che sembra i due si erano conosciuti in Germania e c'era stata una relazione tra loro. La giovane era stata convinta a seguirlo in Italia fino a Roma dove ben presto la 19enne si è resa conto di essere finita in una prigione. Ha dovuto subire in silenzio sevizie e violenze sessuali per mesi fino a che non è riuscita a chiedere aiuto. Ora i due indagati sono reclusi a Rieti in attesa dell'interrogatorio del gip. per loro le ipotesi sono pesantissime: sequestro di persona e violenza sessuale. Tutto è scaturito dal drammatico racconto della ragazza fornito ai carabinieri di Cesano che hanno raccolto il suo grido d'aiuto.