Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lazio, vaccini Covid. D'Amato: "Dopo Pasqua 30 mila dosi al giorno"

  • a
  • a
  • a

Il Lazio vuole accelerare ancora nella campagna vaccinale. A dare il nuovo obiettivo  - 30 mila dosi al giorno - è l'assessore alla sanità Alessio D'Amato. "Viaggiamo ad una media di 27 mila somministrazioni al giorno e oggi andiamo verso la soglia di 1 milione e 140 mila somministrazioni. Dopo Pasqua andremo sopra le 30 mila somministrazioni al giorno. Su salutelazio.It il contatore giornaliero delle vaccinazioni", ha detto per commentare il piano per l'immunizzazione dei cittadini della regione. Per quanto riguarda le fasce più deboli la situazione è questa: "Nella fascia degli over 80 oltre la metà delle persone prenotate ha già completato il ciclo vaccinale, ovvero hanno ricevuto anche la seconda dose".

Ieri, 4 aprile giorno di Pasqua, al termine della riunione della task force della Regione Lazio sull'emergenza coronavirus sono stati dati i numeri della pandemia. Ieri  su oltre 15 mila tamponi nel Lazio (-655) e oltre 22 mila antigenici per un totale di oltre 37 mila test, si registrano 1.523 casi positivi (-108), 26 i decessi (-1) e +802 i guariti. Diminuiscono i casi, i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. "Il rapporto tra positivi e tamponi è a 9%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 4%. I casi a Roma città sono a quota 700. Internazionalismo dei vaccini, accesso alle cure e aiuto ai nuovi poveri del Covid". Così Alessio D'Amato, assessore alla Sanità della Regione Lazio.

 

 "Le parole del Santo Padre sono un vero e proprio faro di luce e tracciano la strada", aggiunge. Nella Asl Roma 1 sono 256 i casi. Si registrano sei decessi con patologie. Nella Asl Roma 2 sono 408 i casi. Si registrano quattro decessi con patologie. Nella Asl Roma 3 sono 89 i casi. Si registrano quattro decessi con patologie. Nella Asl Roma 4 sono 54 i casi. Si registrano tre decessi con patologie. Nella Asl Roma 5 sono 151 i casi. Nella Asl Roma 6 sono 147 i casi. Si registra quattro decesso con patologie. Nelle province si registrano 418 casi e sono cinque i decessi.