Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Lazio in zona rossa da lunedì 15 marzo. Arriva la conferma di Zingaretti: "Rispetteremo le regole"

  • a
  • a
  • a

Come da previsione il Lazio fa il doppio salto, dalla zona gialla a quella rossa senza passare per l'arancione. Il governo deve ancora ufficializzare i nuovi colori delle regioni ma la conferma che per il Lazio si tornerà alle restrizioni massime arriva dal presidente Nicola Zingaretti: "Anche la nostra Regione da lunedì sarà chiamata a rispettare giustamente le regole della zona rossa", ha sottolineato in un passaggio del suo discorso al centro vaccinale di Fiumicino il governatore confermando l'ipotesi emersa in queste ore sulla fascia di rischio assegnata al Lazio.

In fin dei conti i dati sui contagi hanno lasciato poco spazio per altre decisioni. "Il valore Rt a 1.3 e incidenza a 173 per 100 mila abitanti, tasso di occupazione dei posti letto delle terapie intensive a 28% e tasso di occupazione dei posti letto di area medica a 32%. Aumento del numero dei focolai di trasmissione da 233 a 322". ha detto l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato commentando l'ultimo bollettino dell'unità di crisi regionale sul coronavirus.

 

Oggi, 12 marzo, su oltre 14 mila tamponi nel Lazio (-2.009) e oltre 23 mila antigenici per un totale oltre di 38 mila test, si registrano 1.757 casi positivi (-43), 24 i decessi (+8) e +757 i guariti. "Diminuiscono i casi, mentre aumentano i decessi, i ricoveri e le terapie intensive - aggiunge D'Amato -. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 11%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 4%. I casi a Roma città sono a quota 800". Numeri che hanno costretto il Lazio alla zona rossa.

La decisione era nell'aria come si era capito dalle parole dello stesso Zingaretti a Uno Mattina: "Se ci saranno restrizioni sarà una decisione giusta, da i dati che abbiamo vediamo che le varianti sono molto, molto pericolose, mi permetto di suggerire che l' unica cosa che ci salva, al di là delle ulteriori restrizioni, sarà la responsabilità civile".