Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Lazio, neve nel fine settimana. Allarme nella zona di Rieti. Scuole chiuse a Viterbo

  • a
  • a
  • a

Allerta neve in buona parte del Lazio. Allarme a Rieti, mentre a Viterbo il sindaco ha chiuso le scuole per precauzione nella giornata del 13 febbraio.

 

Il dipartimento della Protezione Civile ha emesso il 12 febbraio l’avviso di condizioni meteorologiche avverse con indicazione che dalla sera di oggi e per le successive 24-36 ore si prevedono sul Lazio nevicate al di sopra dei 200-400 metri in calo fino a quote di pianura, specie sui settori orientali e settentrionali della regione, con apporti al suolo da deboli a moderati, fino ad abbondanti sulle aree interne montuose. Per 18-24 ore, si prevedono temporali sui settori tirrenici. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Per le prossime24-36 ore si prevedono venti forti o di burrasca dai quadranti settentrionali, con raffiche fino a burrasca forte. Mareggiate lungo le esposte. Il Centro Funzionale Regionale ha pertanto inoltrato un bollettino con allerta arancione per neve su Appennino di Rieti, Aniene e Bacino del Liri; allerta gialla per neve su Bacini Costieri Nord, Bacino Medio Tevere, Bacini di Roma e Bacini Costieri Sud; allerta gialla per vento su tutte le zone di allerta del Lazio.

A Rieti operai comunali e ditte esterne pronti ad intervenire in caso di necessità. "In relazione all’avviso di condizioni meteorologiche avverse con indicazione che dalla sera di oggi, venerdì 12 febbraio 2021, e per le successive 24-36 ore si prevedono sul Lazio nevicate al di sopra dei 200-400 metri in calo fino a quote di pianura, il Comune di Rieti informa che il magazzino, gli operai comunali e ditte esterne sono già allertare per intervenire in caso di necessità", si legge in una nota del coordinamento operativo comunale (Coc)".

 

 

A Viterbo il sindaco Giovanni Arena ha chiuso le scuole. “Il provvedimento – ha spiegato il sindaco Arenasi rende necessario per prevenire condizioni di pericolo per la pubblica e privata incolumità dei cittadini e soprattutto della “popolazione scolastica”, a seguito di precipitazioni a carattere nevoso e di conseguente formazione di ghiaccio su strade e marciapiedi. Le scuole aperte di sabato non sono molte. Ho ritenuto comunque opportuno firmare ora l’ordinanza anziché aspettare questa sera o ancora più tardivamente domattina, in modo da far organizzare per tempo le famiglie. In caso di precipitazioni nevose si raccomanda inoltre di limitare la mobilità ai soli spostamenti strettamente necessari, in modo da non creare ostacolo alla circolazione di eventuali mezzi di intervento tecnico o soccorso”. L'ordinanza integrale si può scaricare qui.