Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Variante coronavirus, test negli aeroporti di Roma ai passeggeri che rientrano dalla Gran Bretagna: due casi sospetti

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Variante coronavirus, test negli aeroporti di Roma ai passeggeri che rientrano dalla Gran Bretagna: due casi sospetti. E' quanto emerge dai bollettini diffusi nella mattinata del 21 dicembre dall'unità di crisi della Regione Lazio. Sono stati sottoposti a test i passeggeri che rientrano dal Regno Unito: nella giornata del 20 dicembre a Fiumicino sono stati 351 dei quali uno confermato positivo al tampone molecolare. È stato immediatamente posto in isolamento e si è avviata, presso l'istituto Spallanzani di Roma, la procedura per l'isolamento della sequenza del virus per verificare la cosiddetta variante. All'aeroporto di Ciampino nella giornata domenica sono stati effettuati 180 test per i passeggeri di rientro dal Regno Unito. Una persona è stata posta in isolamento in attesa del tampone molecolare di convalida inviato allo Spallanzani. Pertanto sono stati eseguiti 531 test negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino.

"E' stata emanata l'indicazione a tutti i laboratori della Rete Coronet del Lazio di mettersi in contatto con il laboratorio regionale di riferimento dell'Istituto Spallanzani nel caso di positività al tampone molecolare di soggetti provenienti dal Regno Unito. Dall'Istituto Spallanzani comunicano che i virus mutati sono una evenienza che si è già verificata in questa pandemia. Ad esempio, subito dopo l'estate il ceppo predominante in Europa, compresa l'Italia, è stata una variante probabilmente introdotta dalla Spagna", si legge nella nota dell'unità di crisi.