Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Roma, lotta alla sosta selvaggia dei monopattini. Non si potranno più lasciare davanti ai monumenti

  • a
  • a
  • a

Il Campidoglio dichiara guerra alla sosta selvaggia dei monopattini che, finora, vengono lasciati dove capita al termine del noleggio. Spesso nelle piazze storiche o davanti ai monumenti. Dal Comune sono scattati dunque i divieti in alcune aree simbolo della città eterna come piazza Venezia, piazza del Popolo, piazza Trilussa, via del Corso, piazza Navona e Colosseo, Fontana di Trevi e Pantheon. Nelle aree interdette al parcheggio non sarà possibile per l’utente terminare il noleggio. Inoltre sarà limitata la concentrazione dei monopattini in sharing nelle aree centrali e sarà imposto il rispetto di una distanza minima di 70 metri ogni 5 veicoli dello stesso operatore. E' stata ideata anche una App che indica all'utente le aree off limits e quelle dove parcheggiare.

“Sono misure necessarie per far sì che tutti rispettino le regole e per rendere anche più semplice l'uso di questi mezzi. Obiettivo è mettere un freno alla sosta indisciplinata dei monopattini”, dichiara la sindaca di Roma, Virginia Raggi che in un post su Facebook aggiunge: "I monopattini elettrici sono una grande novità per Roma. Piacciono ai cittadini che li usano volentieri come mezzi alternativi all'auto privata e ai trasporti pubblici. Non inquinano e si muovono bene nel traffico. Non ci piace, invece, che vengano parcheggiati in maniera selvaggia, dove capita. Roma è stata tra le prime città scommettere sui monopattini in sharing, all'inizio dell'emergenza Covid, ma tutti devono rispettare le regole. Altrimenti scatteranno le sanzioni".

“Avendo uniformato i dati trasmessi dagli operatori, è in realizzazione anche una piattaforma unica di monitoraggio dei servizi di sharing attivi a Roma. Grazie a questa misura potremo monitorare e valutare il servizio degli operatori in base a dati precisi”, aggiunge l'assessore alla Città in Movimento, Pietro Calabrese.