Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Chi l'ha visto? La vittima dei trapper arrestati a Roma: "Mi hanno spaccato un bicchiere in faccia". Video

  • a
  • a
  • a

Trapper arrestati a Roma, la testimonianza di una delle vittime a Chi l'ha Visto?: "Mi hanno spaccato un bicchiere in faccia"
I trapper-pugili  sono finiti agli arresti domiciliari accusati di reati di sequestro di persona, violenza privata, propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale, etnica e religiosa. Si tratta Manuel Parrini, Tiziano Barilotti, Alex Refice, detto Sayanbull e Omar Lunga Nguale, hanno tra i 23 e i 36 anni. L'ordinanza cautelare è stata eseguita nella mattina del 4 novembre dalla Digos di Roma che ha seguito per mesi le indagini.

 


Sono accusati aver aver pestato, il 7 marzo, una band rivale postando poi il video delle violenze su YouTube e di aver picchiato uno straniero, sempre filmando la scena.
Due di loro furono protagonisti anche di un altro fatto di violenza avvenuto in un locale di Roma. Quello in cui fu vittima l'uomo che è stato intervistato da Chi l'ha Visto?. "Sono arrivati nel nostro locale alle 3 di notte mentre stavano chiudendo pretendendo da bere. Al nostro rifiuto sono diventati violenti e quando gli ho dato un bicchiere d'acqua me lo hanno scagliato in faccia". Secondo la testimonianza resa durante la trasmissione anche un altro lavoratore del locale fu preso a calci e pugni.
La trasmissione ha mandato in onda anche il video della spedizione punitiva contro la band rivale. Nel video si vedono i pugili che costringono i musicisti a inginocchiarsi in segno di sottomissione.

 


All'epoca, la scorsa primavera, il video balzo in in vetta nei trend di YouTube. Fu Fedez a lanciare l'allarme con un altro video chiedendo la rimozione del filmato: "Questo video è primo in tendenze su YouTube. Adesso mi rivolgo direttamente a YouTube Italia. Quanto ci mettiamo a rimuoverlo? Cosa vogliamo insegnare al pubblico giovane? Che se fai un video dove ci sono delle persone che vengono picchiate finisci primo in tendenza?", disse il rapper scatenando la reazione di diversi trapper romani che lo insultarono con dei video di risposta.