Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cinghiali a Roma. I cittadini del quartiere Aurelio si ribellano e scrivono al Prefetto

  • a
  • a
  • a

Dopo aver segnalato più volte con foto e video la presenza di una colonia di cinghiali che ormai da un paio di mesi va a spasso per il quartiere i residenti dell'Aurelio ora sbottano. Il comitato di quartiere Aurelio Roma XIII ha denunciato al prefetto la mancata attuazione del protocollo d'intesa tra Comune e Regione Lazio per il contenimento della fauna selvatica e in particolare per la gestione dei cinghiali in città.
"Una colonia di cinghiali è oramai insediata nella Villa Veschi e nel Parco del Pineto e davanti alle scuole presenti sul territorio", si legge nella nota del comitato che continua: "La sporcizia per le strade e soprattutto nelle aree verdi non fa che alimentare e incoraggiare l’arrivo dei cinghiali sulle nostre strade, nei condomini e nelle aree verdi. Pericoli di collisione con auto e moto, incontri con le persone e con gli animali domestici possono essere pericolosi, possibilità di trasmissione di infezioni". Il protocollo prevedeva diverse misure come la cattura attraverso telanestesia o l'installazione di gabbie-trappole. Per i residenti è rimasto tutto lettera morta come testimoniano i numerosi avvistamenti nelle aree adiacenti il Parco del Pineto.
"La mancata manutenzione, la cura del verde, la pulizia interna del Parco del Pineto a seguito della presenza di bivacchi e di comunità di persone che spesso lasciano rifiuti organici e prodotti alimentari dopo il loro consumo tra le sterpaglie e tra gli alberi , adiacenti tra l’altro ai due plessi del Liceo Seneca e della Scuola Materna comunale Filastrocca impertinente, a pochi metri dal Pineto stesso, hanno attratto certamente le colonie di cinghiali provenienti da aree più esterne della città (Parco dell’Insugherata)", si legge nell'esposto del comitato.