Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Morto a 21 anni aggredito a calci e pugni a Colleferro. La ricostruzione dei carabinieri, escluso movente razziale

  • a
  • a
  • a

Morto a 21 anni aggredito a calci e pugni a Colleferro. La ricostruzione dei carabinieri, escluso movente razziale.

Non ci sarebbe il razzismo dietro al brutale pestaggio che è costato la vita a Willy Monteiro Duarte, il 21enne di Paliano, figlio di una famiglia originaria di Capo Verde, ucciso a calci e pugni per aver difeso un amico. Per questi fatti sono in carcere, indagati per omicidio preterintenzionale, quattro ventenni di Artena. Un quinto è indagato a piede libero.

Escludono i motivi razziali o politici gli investigatori che indagano sull'aggressione avvenuta  all'alba del 6 settembre scorsi a Colleferro. Secondo quanto ricostruito dai  carabinieri della compagnia di Colleferro, capitano Ettore Pagnano, i fatti si sono svolti in due momenti. Il 21enne è intervenuto per sedare una lite verbale tra un suo conoscente e uno degli arrestati. Una lite probabilmente scoppiata per una ragazza. Subito dopo il giovane è stato aggredito e picchiato a morte da almeno quattro persone.