Consulenti lavoro, serve scudo penale per aziende su protocollo sicurezza Covid19

professionisti

Consulenti lavoro, serve scudo penale per aziende su protocollo sicurezza Covid19

La richiesta dei professionisti per le quelle imprese che applicano diligentemente il protocollo

La richiesta dei professionisti per le quelle imprese che applicano diligentemente il protocollo

07.05.2020 - 19:45

0

Roma, 7 mag. (Labitalia) - Introdurre uno scudo per le responsabilità penali dei datori di lavoro che abbiano diligentemente posto in essere tutte le misure necessarie per contrastare e contenere la diffusione del Covid-19 nei luoghi di lavoro dettate dai protocolli di sicurezza del 14 marzo e 24 aprile 2020. Ne sono convinti i consulenti del Lavoro che, nel corso della trasmissione di oggi di 'Diciottominuti- uno sguardo sull’attualità', in onda sul sito e sulle pagine social di Categoria, hanno sottoposto la questione al direttore generale Inail, Giuseppe Lucibello.

Secondo i consulenti del lavoro, "L’equiparazione fatta dall’articolo 42 del D.L. n. 18/2020 tra infortunio sul lavoro e contagio da Covid-19, meritevole di ricevere la copertura assicurativa Inail, potrebbe condurre a sanzionare l’imprenditore sul piano penale per i reati di lesioni ai sensi dell’art. 590 c.p. e omicidio colposo ai sensi dell’art. 589 c.p. nel caso di decesso, di omicidio per colpa grave. La responsabilità penale ricadrebbe sul datore anche qualora non sia oggettiva. Nonostante la circolare n. 13/2020 dell’Inail abbia recepito quanto disposto dal “Cura Italia”, restano ancora molti punti critici", spiega ancora la nota.

"Tra questi, la verifica -spiegano i consulenti del lavoro- che il contagio sia effettivamente avvenuto in occasione di lavoro, considerando che il lungo periodo di incubazione del virus non permette di avere certezza sul luogo e sulla causa del contagio. Così come di escludere con sufficiente certezza l’esistenza di altre cause di contagio. Senza poi contare i casi dei soggetti asintomatici. Necessario, dunque, introdurre una norma che escluda la responsabilità del datore di lavoro, titolare di una posizione di garanzia nei confronti dei prestatori di lavoro, qualora lo stesso abbia dotato i propri dipendenti di protezioni individuali, mantenuto i luoghi di lavoro sanificati, vigilato sulle distanze interpersonali e assicurato il contingentamento, così come previsto dalla normativa nazionale", continuano i consulenti del lavoro.

Per la categoria "è necessario prevedere delle garanzie certe per tutti gli imprenditori, già pesantemente colpiti in termini economici da questa emergenza sanitaria, che nella fase di riapertura si sono ritrovati a sostenere un costo elevatissimo in termini di messa in sicurezza di lavoratori e luoghi di lavoro. Milioni di imprese rischiano di non reggere i costi che potrebbero anche derivare da eventuali sanzioni correlate all'inosservanza delle misure anti-contagio".

Introdurre una sorta di scudo penale per le imprese diligenti "non sembra una scelta irragionevole" anche al direttore generale dell’Inail Lucibello il quale, nel corso della trasmissione, ha dichiarato che certamente non potrà essere l’Inail a proporlo, ma che “l’Istituto sarà a disposizione del decisore politico per suffragare una scelta del genere”.

Sull’argomento è stato pubblicato l’approfondimento del 07/05/2020 della Fondazione studi Consulenti del Lavoro, in allegato, che affronta il tema del 'Contrasto alla diffusione del Covid-19 nei luoghi di lavoro. I possibili effetti penali per inosservanza delle normative da parte dell’imprenditore'

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Riapre la Fontana di Dubai, la ripartenza degli Emirati Arabi

Riapre la Fontana di Dubai, la ripartenza degli Emirati Arabi

Roma, 6 giu. (askanews) - Riapre la Fontana di Dubai al Mall: segno della ripartenza degli Emirati Arabi dopo l'isolamento imposto dalla pandemia da Covid-19. Tanti cittadini, nel rispetto della distanza sociale, si sono riuniti per questa importante riapertura.

 
Riapre il castello di Versailles, tra i più visitati al mondo

Riapre il castello di Versailles, tra i più visitati al mondo

Roma, 6 giu. (askanews) - Dopo 82 giorni di chiusura, riapre il castello di Versailles, uno dei luoghi più emblematici della Francia e tra i più visitati al mondo. "Ovviamente non ci sono visitatori internazionali", spiega il ministro della cultura transalpino, Franck Riester. "Ed è quindi una grande opportunità per i francesi di scoprire o riscoprire il patrimonio nazionale, anche nelle ...

 
Da rifugiato a videomaker, il racconto in video della convivenza

Da rifugiato a videomaker, il racconto in video della convivenza

Roma, 6 giu. (askanews) - Da rifugiato a filmaker. Famiglie e rifugiati si sono messi dietro alle telecamere e hanno raccontato in prima persona la loro esperienza di convivenza, l'incontro e lo scambio reciproco, i propri sogni, bisogni e aspettative. Refugees Welcome Italia presenta i risultati di Through my Eyes, un progetto di video partecipativo realizzato nell'ambito del bando europeo Frame ...

 
Arezzo, incidente con 4 morti in A1: il video dello schianto. Due bimbi fra le vittime
La tragedia

Arezzo, incidente con 4 morti in A1: il video dello schianto. Due bimbi fra le vittime

Questo che proponiamo è il video dell'incidente che ha provocato quattro morti nello schianto di un monovolume contro un autoarticolato in sosta a Badia al Pino, poco dopo Arezzo, in A1, nel primo pomeriggio di ieri venerdì 5 giugno 2020. Per approfondire leggi anche: Le foto dello schianto in A1 La sequenza è stata ripresa dalle telecamere dell'Autostrada del Sole e mostra la Sharan che dopo una ...

 
Domenica 7 giugno 2020, su Rai2 gran finale di stagione per "Quelli Che Il Calcio": gli ospiti

Televisione

Domenica 7 giugno 2020, su Rai2 gran finale di stagione per "Quelli Che Il Calcio": gli ospiti

Appuntamenti con “Quelli che il Calcio” che torna su Rai2 con una puntata speciale, l’ultima di stagione, il 7 giugno a partire dalle 14.00. Domenica, tra i molti fili ...

06.06.2020

Domenica In del 7 giugno 2020, gli ospiti di Mara Venier che conduce con il piede ingessato

Televisione

Domenica In, gli ospiti di Mara Venier che conduce con il piede ingessato

Va in onda con Mara Venier in studio, nonostante l'infortunio di domenica scorsa, la 39° puntata di “Domenica In”, domenica 7 giugno alle 14.00 su Rai1. La conduttrice Mara ...

06.06.2020

Stasera in tv sabato 6 giugno 2020: Claudio Santamaria è "Gospodin" su Rai 5

Televisione

Stasera in tv sabato 6 giugno 2020: Claudio Santamaria è "Gospodin" su Rai 5

Lo spettacolo, in onda stasera sabato 6 giugno alle 21.15 su Rai5 (canale 23), è una parabola di comicità caustica e spietata sull’umanità, inevitabilmente destinata alla ...

06.06.2020