lavoro

Università: medicina, solo 1 su 6 supera i test d'ingresso, è corsa verso estero

Medicor Tutor, "non è un piano b, ma un vero cambiamento di prospettiva"

14.09.2019 - 00:19

0

Milano, 13 set. (Labitalia) - Erano tantissimi, anche quest’anno: più di 68.000 donne e uomini in coda davanti ai portoni delle Università pronti a scommettere sul loro futuro. Hanno bussato alle Facoltà di Medicina e Odontoiatria di tutti gli Atenei italiani, ma solo 11.568 sono i posti riservati ai futuri medici. In pratica, solo 1 su 6 potrà accedervi. E gli altri? C’è chi riproverà il prossimo anno e chi invece non ha voglia di aspettare. E allora vola, con destinazione estero. Sono sempre di più, infatti, gli aspiranti camici bianchi decisi a percorrere questa strada. Secondo i dati di Fnomceo, nel 2018, su 401.565 iscritti all’albo dei medici, 3.348 avevano una laurea conseguita all’estero. Tra i 61.593 odontoiatri, invece, ad avere la laurea estera erano 3.191 persone.

A spingerli a 'guardare oltre' è la forte motivazione: diventare medici e odontoiatri senza arenarsi nei controversi test d’ingresso italiani e senza rinunciare, al tempo stesso, a una formazione di primo livello. Tra gli atenei che più richiamano l’attenzione degli aspiranti medici italiani ci sono la Charles University di Plzeň, tra le 30 migliori università d’Europa, la Masaryk University di Brno, ma anche l’Universidad Europea di Madrid, l’Universidad Europea di Valencia, l’European University Cyprus a Nicosia e la Università Pavol Josef Safarik di Kosice in Slovacchia.

"Studiare all’estero -spiega Janina Holesovska, cofounder di Medicor Tutor, società con sede a Milano specializzata nell'accompagnare gli studenti in una carriera universitaria con prospettive internazionali- vuol dire lanciarsi in una nuova avventura: stimolante, avvincente, sicuramente sfidante. Per questo, i ragazzi e le loro famiglie cercano un partner serio a cui potersi affidare per percorrere i primi passi: capire qual è l’università più adatta alle proprie esigenze, quali sono i requisiti di accesso, come affrontare il percorso di studi in lingua, come far valere il titolo conseguito al rientro in Italia e molto altro".

"Ogni anno riceviamo sempre più domande, dimostrazione di come lo studio di medicina all’estero non sia visto come un piano B, ma anzi come un’incredibile opportunità di crescita, un vero e proprio cambiamento di prospettiva", conferma Holesovska. L’esperienza internazionale, infatti, fa spiccare il volo alle carriere: in media la retribuzione lievita del 40%, le prospettive di occupazione sono molto maggiori, il mercato di riferimento è più stimolante. I test di ingresso variano a università a università ma non prevedono le (temutissime) domande di cultura generale: il candidato viene valutato solo nelle materie con cui dovrà realmente interfacciarsi durante il percorso professionale, come biologia, chimica e fisica.

Medicor Tutor mette a disposizione dei percorsi di preparazione composti da una parte teorica di video lezioni in lingua inglese sottotitolati con del materiale a supporto, e una parte pratica composta da Problem Set e da prove di simulazione. Alcune Università, poi, selezionano i ragazzi in base del voto di maturità o alla media dei voti conseguita negli ultimi anni della scuola superiore.

E come dimostrato dai dati, il rating di successo degli studenti preparati da Medicor Tutor è molto alto: si pensi che nella prestigiosa Charles University di Plzeň, il 90% degli studenti italiani ammessi è stato affiancato da Medicor Tutor. Un supporto che continua anche durante gli anni accademici. Al termine del percorso di studi, infine, si consegue il titolo di 'Dottore in Medicina Generale (Mudr o Md)' o di 'Dottore in Medicina Dentale (Dms)', pienamente riconosciuto in Europa, in Canada e negli Usa.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Leonardo, Fraccaro: "Scegliere migliori manager senza lotte di casacca e colore politico"

Leonardo, Fraccaro: "Scegliere migliori manager senza lotte di casacca e colore politico"

(Agenzia Vista) Bruxelles, 21 gennaio 2020 Leonardo, Fraccaro: "Scegliere migliori manager senza lotte di casacca e colore politico" Leonardo "è una società quotata e non si possono anticipare decisioni. Stiamo facendo tutte le nostre analisi perchè l’importante, al di là dei rinnovi singoli non solo di Leonardo ma abbiamo anche società come Enel e Eni in scadenza, sono società che sono ...

 
L'Universitas Mercatorum inaugura l'anno accademico 2019/2020, lo speciale

L'Universitas Mercatorum inaugura l'anno accademico 2019/2020, lo speciale

(Agenzia Vista) Roma, 21 gennaio 2020 L'Universitas Mercatorum inaugura l'anno accademico 2019 2020, lo speciale L'Universitas Mercatorum dà ufficiale avvio all’Anno Accademico 2019/2020, il 14° dalla fondazione. La cerimonia inaugurale, tenutasi presso la Sala del Tempio di Adriano in Piazza di Pietra a Roma, si è aperta con i contributi di Danilio Iervolino, Presidente dell’Universitas ...

 
Imprese, nasce PtsClas nuovo player della consulenza direzionale

Imprese, nasce PtsClas nuovo player della consulenza direzionale

Roma, 21 gen. (askanews) - Un nuovo protagonista della consulenza direzionale con una storia che viene da lontano. Così è stata presentata a Roma PtsClas, frutto del progetto di fusione tra Clas, Struttura e Noviter. Una tappa importante e un nuovo punto di partenza per una public company che ha chiuso il 2019 con ricavi in crescita del 14%, un portafoglio di servizi di oltre 12 milioni di euro e ...

 
Stasera in tv: film, programmi e canali: ecco cosa guardare oggi martedì 21 gennaio 2020

Televisione

Stasera in tv: film, programmi e canali. Ecco cosa guardare oggi martedì 21 gennaio 2020

Cosa vedere stasera in televisione, martedì 21 gennaio 2020. Su Rai 1 il match Napoli-Lazio di Coppa Italia. In seconda serata Porta a Porta. Rai 2 il film Il fidanzato di ...

21.01.2020

Festival di Sanremo 2020, Georgina Rodriguez: a rischio la presenza di lady Ronaldo. Cosa sta accadendo

Il caso

Festival di Sanremo 2020, Georgina Rodriguez: a rischio la presenza di lady Ronaldo. Cosa sta accadendo

Non solo Monica Bellucci che ha già comunicato - dopo essere annunciata ufficialmente come ospite - la sua disdetta al Festival di Sanremo 2020. Adesso c'è anche un altro ...

21.01.2020

Tv, fiction La guerra è finita fa 4,2 milioni di telespettatori il 20 gennaio e batte il Grande Fratello

Ascolti

Tv, fiction La guerra è finita fa 4,2 milioni di telespettatori il 20 gennaio e batte il Grande Fratello

Un grande successo di pubblico. Con 4 milioni 288mila telespettatori, la fiction ’La guerra è finita', con Michele Riondino e Isabella Ragonese, in prima serata su Rai1, è il ...

21.01.2020