Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vaccino Covid, l'infermiera Claudia Alivernini ha ricevuto la prima dose allo Spallanzani: E' un atto d'amore

  • a
  • a
  • a

“Vaccinarsi è un atto d'amore e di responsabilità nei confronti della collettività”, sono queste le parole che Claudia Alivernini, infermiera di 29 anni, ha pronunciato poco dopo aver ricevuto il 27 dicembre, prima in Italia, il vaccino anti Covid all'istituto nazionale di malattie infettive Spallanzani di Roma (clicca qui per vedere l'intervista con le prime parole

"Il vaccino è andato molto bene, sono onorata di aver fatto parte di questa giornata, siamo tutti consapevoli che questo è un momento storico importante nella nostra vita, è un giorno che non dimenticheremo mai. E' stata e continua ad essere una dura battaglia questa  contro il Covid", ha detto l'infermiera intervistata da Rai News 24. Claudia Alivernini ha poi continuato: "E' importante vaccinarsi per tutti". Il pensiero che avete avuto mentre vi stavano vaccinando? "E' l'inizio della fine, ovviamente sarà un percorso lungo, spero di essere stata la prima di oltre 60 milioni di italiani.

Laureata in scienze infermieristiche, 29 anni, Claudia Alivernini lavora all'istituto di malattie infettive Spallanzani, ma in questi mesi di emergenza ha fatto parte anche delle squadre che visitano i pazienti anziani a domicilio.
Recentemente ha dato la disponibilità a far parte delle unità mobili che saranno decisive per la campagna di vaccinazione. Per questo è stata scelta. Infatti la Regione Lazio ha dato la priorità agli operatori sanitari che poi saranno impegnati nella campagna per la somministrazione del vaccino ai cittadini. Nonostante il grande impegno di questi mesi sta proseguendo il suo percorso di studi con un master in infermieristica forense