Il Campidoglio e le sue oche

Il teatrino delle fake news

29.11.2017 - 15:29

0

Adesso, nell’agenda della politica, è il momento delle fake news.
Magari, fra qualche settimana, saranno passate di moda (non di.. sostanza), intanto però lo scontro virulento tra Partito Democratico e Movimento Cinque Stelle le ha messe al centro dell’attualità. Tutto è cominciato con due inchieste, apparse a pochi giorni di distanza sul sito giornalistico BuzzFeed e sul New York Times, che hanno rivelato trasversalità di siti riconducibili a M5S e alla Lega.
Da qui l’uscita di Matteo Renzi che, sullo sfondo di una Leopolda proprio dedicata al tema, ha replicato e chiesto una legge sulla fake news e le controrepliche degli avversari... in un botta e risposta che, come accade spesso, rischia di avvolgersi su se stesso, in un vortice in cui, se era già difficile all'inizio capire e distinguere, alla fine ti ritrovi in un’orgia di attacchi e contrattacchi, rumori, boati, rivelazioni e accuse reciproche, nelle quali è impossibile districarsi per trovare un barlume di verità.
Resta però il nodo delle fake news che, sarà bene sottolinearlo, non sono un’invenzione, ma un inquilino strutturale del torrenziale flusso di informazioni quotidiano.
Di fronte al quale l'utente non ha argini per proteggersi e su cui fondare un pur esile tentativo di verifica di ciò che gli viene raccontato.
Le fake ci sono e non da oggi perché chiunque abbia un interesse in gioco, qualche sia, è portato a costruire e diffondere la sua verità e, nel caso, ad associarla ad argomenti che, indipendentemente dalla loro realtà, siano funzionali alla propria causa, in primis quelli che colpiscono al cuore l’immagine degli avversari. Pratica antica, antichissima, se già Aristotele, secondo la vulgata, avrebbe sentito il bisogno di affermare “<CF91>Amicus Plato, sed magis amica veritas</CF>”. Pratica antica e recente, a cui ricorrono regimi e individui, maneggiata provocatoriamente in modo da denudarla da Orson Welles quando alla radio raccontò in diretta l’invasione degli alieni nelle strade di New York.
E poi c’è Internet, il mare magno delle notizie, in cui chiunque può infilare quello che vuole da una delle infinite e incontrollabili porte di accesso, confezionando bufale che non solo viaggiano ma passano da un sito all'altro, da un utente all'altro fino a raggiungere una massa critica e a ingenerare una doppia percezione: la fiducia di chi le fa proprie, “perché l’ho letto su Internet” (come una volta si diceva “l’ha detto la televisione”) di contro alla rassegnazione di chi non crede più a niente.
I tanti, tantissimi che credono e la solitudine di chi si ritrae disilluso e senza speranze, mentre le tradizionali autorità si sgretolano (partiti, scuola, media..).
A questo si aggiunge l’uso con l’accetta di concetti che forse meriterebbero una qualche attenzione e cautela.
Si parla senza battere ciglio di “realtà” e “verità”, come se ci fosse un paletto indiscutibile a separarle e non vivessimo - e non da oggi - in una zona strutturalmente grigia che cambia e diviene, obbligando a una continua, ininterrotta, verifica.
Il problema è che quei concetti divengono essi stessi elemento del contendere, maschere di interessi, giochi e doppi giochi, in un groviglio inestricabile.
Per non parlare del nuovo deus ex machina che a tutto soprintende, metamorfico e trasversale, l’algoritmo che senza posa costruisce la visione del mondo più confacente ai nostri desideri e alle nostre preferenze.
Ci stiamo dentro e la battaglia è impari.
Le fake ci sono, e saranno sempre più, ma sono solo l’epidermide ingannevole e menzognera di una macchina impassibile che ci trastulla mentre intreccia interessi, fabbrica opinioni e genera i nuovi poteri. 


guidobarlozzetti@tin.it

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Carcere evasori, Bonafede: "Risultato epocale, segnale importante a cittadini onesti"

Carcere evasori, Bonafede: "Risultato epocale, segnale importante a cittadini onesti"

(Agenzia Vista) Roma, 22 ottobre 2019 Carcere evasori, Bonafede risultato epocale, segnale importante a grandi evasori Le parole del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede al termine del Consiglio dei Ministri. Nel corso del vertice di maggioranza che ha anticipato la riunione, si è trovata la quadra sul tema del carcere ai grandi evasori. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Carcere evasori, Bonafede: "Non temo modifiche in Parlamento"

Carcere evasori, Bonafede: "Non temo modifiche in Parlamento"

(Agenzia Vista) Roma, 22 ottobre 2019 Carcere evasori, Bonafede non temo modifiche in Parlamento Le parole del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede al termine del Consiglio dei Ministri. Nel corso del vertice di maggioranza che ha anticipato la riunione, si è trovata la quadra sul tema del carcere ai grandi evasori. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Brexit, Lamberts (Verdi): "Inverosimile voto Parlamento Ue su accordo giovedì"

Brexit, Lamberts (Verdi): "Inverosimile voto Parlamento Ue su accordo giovedì"

(Agenzia Vista) Strasburgo, 21 ottobre 2019 Brexit, Lamberts (Verdi): "Inverosimile voto Parlamento Ue su accordo giovedì" "Inverosimile voto Parlamento Ue su accordo giovedì". Così il il copresidente del gruppo dei Verdi Philippe Lamberts, intervenuto al termine di una Conferenza dei Presidenti presso la sede di Strasburgo del Parlamento Europeo sul tema della Brexit. Fonte: Agenzia Vista / ...

 
Catalogna, "Madrid vuole lo scontro, ma noi siamo pacifici"

Catalogna, "Madrid vuole lo scontro, ma noi siamo pacifici"

Roma, 21 ott. (askanews) - Una sentenza contro i leader indipendentisti catalani che "è vendetta, non giustizia", e il tentativo del governo e dei media spagnoli di mostrare il movimento indipendentista come violento, insistendo sui disordini quasi quotidiani degli ultimi giorni perpetrati da gruppuscoli violenti che hanno provocato molti danni soprattutto a Barcellona. Così Mireia Borrell Porta, ...

 
Caffeina, divorzio da Viterbo: il Christmas Village emigra

Cultura

Caffeina, divorzio da Viterbo: il Christmas Village emigra

''Non ci sono le condizioni per fare il Christmas Village a Viterbo anche per il 2019". Caffeina prende cappello e va in esilio. Il presidente della Fondazione Carlo Rovelli, ...

08.09.2019

Francesca Lotta vince il premio dedicato a Mia Martini

SUTRI

Francesca Lotta vince il premio dedicato a Mia Martini

La splendida voce di Sutri, quella di Francesca Lotta, ha vinto la quinta edizione del Premio “Mimi Sarà” per la categoria over 40. La finale si è svolta domenica scorsa a ...

05.09.2019

Santa Rosa

PILASTRO

Il trasporto
della Minimacchina

Il trasporto della Minimacchina di Santa Barbara

25.08.2019