Il Campidoglio e le sue oche

IN FONDO AL POZZO

Ti odio per sentirmi vivo

01.11.2017 - 12:45

0

“Rosato facciamo un patto, se questa legge sarà cassata dalla Consulta, noi ti bruceremo vivo, ok?”, Angelo Parisi non ha avuto esitazioni a dire la sua sul titolare della neonata legge elettorale e probabilmente il suo “patto” sarebbe passato inosservato, sepolto nella montagna di invettive, offese, gogne che si accumula ogni giorno nella rete, se Giancarlo Cancelleri candidato Cinquestelle alla presidenza della Regione Sicilia non l'avesse indicato come futuro assessore ai Rifiuti. E, in effetti, vale la pena di parlarne solo perché il caso di cronaca permette di far emergere un comportamento ormai consolidato e diffuso nella rete che ha un protagonista che dice di una mania oramai dilagante e incontrollabile, l'hater. Hater vuol dire "odiatore", uno insomma che esprime e manifesta odio attraverso i suoi interventi in rete, protetto dall'anonimato o da nomi-schermo inventati a bella posta. Sta seduto nella comodità della casa, guarda il panorama delle notizie, pronto come un avvoltoio a calare sulla preda che ha il potere di eccitarne gli estri. Possono essere personaggi famosi che incappano in una disavventura, sui quali rovesciare il piacere di vedere in difficoltà un fortunato dell'Olimpo dello spettacolo, dello sport o comunque premiato dal successo e dalla fama, qualcuno che ha raggiunto - almeno nell'immaginario, perché in questa dimensione ci troviamo - ciò che all'hater è precluso e che non vede l'ora di fargli sapere che ben gli sta e che, anzi, è sempre poco rispetto alla punizione che si meriterebbe.
Ecco, l'hater individua colpevoli e somministra punizioni che nel caso specifico sono l'espettorazione più violenta e triviale del suo disprezzo malmostoso e scurrile, lo sputo che si rifiuta di pensare e dà voce immediata al primo brutale fremito della pancia e lo immortala, lui, sconosciuto e invisibile, sulla bacheca della rete, finalmente in grado di dire la sua, fino in fondo, senza nemmeno un grammo di quella costumanza che si usa nel faccia a faccia e nella reciprocità delle situazioni quotidiane.
L'hater deve espellere, spremere la sua acidità, sicuro che ciò ricostituisce e conferma la sua identità, la sua forza messa a repentaglio dalle vicissitudini della vita, da tutte le trappole che incombono sulla sua esistenza, alle quali si impegna a dare figura. Una ricerca ha analizzato un paio di milioni di twitter e non ha faticato molto a scoprire che le categorie prese di mira cominciano con le donne e proseguono con i gay, i migranti, i diversamente abili e gli ebrei. E' il vecchio, antropologico, rituale del capro espiatorio aggiornato alla neo-anonimato individuale e di massa di Internet che aggiunge la possibilità di essere direttamente protagonista, di lanciare il sasso nella piazza elettronica e di sentirsi protetto nella comunità di tutti quelli che condividono l'hate.
I sociologi diranno che è l'effetto di una massificazione individualizzata che trova un propulsore potente nella virtualità della rete e nell'interattività solitaria e blindata su se stessa. E anche nell'immenso flusso delle notizie-paura che riempiono i Tg. Sarebbe anche il caso di ricordare che forse la tentazione-hater è latente in ciascuno di noi, che come diceva il Dr. Freud - consentitemi di schematizzare - l'Io sta in mezzo tra il Super-io che dovrebbe governare e l'Es più selvaggio che dovrebbe essere governato. Per ora la rete si sta rivelando lo sfogatoio più virulento dell'Es. Aspettiamo con ansia la nuova fase in cui diventerà il lettino su cui distendersi per curare le intemperanze sgradevoli e a gratis dell'inconscio.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mes, Gualtieri: "Dibattito confuso, accordo principio non ancora finalizzato"

Mes, Gualtieri: "Dibattito confuso, accordo principio non ancora finalizzato"

(Agenzia Vista) Roma, 09 dicembre 2019 Mes, Gualtieri: "Dibattito confuso, accordo principio non ancora finalizzato" Il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, intervenendo al Rome Investment Forum 2019: "Sulla riforma del Mes c'è un accordo di principio non ancora finalizzato. La riforma, di carattere limitato e assai poco ambizioso, si limita a riproporre la configurazione attuale del Mes ...

 
Terremoto in Mugello,  crolli nella chiesa di Barberino: il salvataggio delle opere d'arte - video
Sisma

Terremoto, crolli nella chiesa: il salvataggio delle opere d'arte - video

La chiesa di San Silvestro nel centro di Barberino del Mugello, a causa del terremoto, è stata danneggiata: il portico è lesionato e si è distaccata la facciata dal corpo principale. Si stanno portando via le opere d’arte contenute nella chiesa insieme alla Sovrintendenza ai beni artistici. Anche la canonica è stata lesionata dal sisma e come la chiesa è stata dichiarata inagibile dai vigili del ...

 
Wanda Nara, sexy foto spaziale su Instagram: "Si vive una volta sola, ma..."

Social

Wanda Nara, sexy foto spaziale su Instagram: "Si vive una volta sola, ma..."

Wanda Nara sempre più scatenata. La moglie del calciatore Mauro Icardi, passato quest'anno dall'Inter al Paris Saint Germain, mamma di cinque figli, ma un fisico da fare ...

09.12.2019

Non è l'Arena, Alba Parietti e il misterioso fidanzato spagnolo. Lei: "Mai un torero, sto sempre col toro"

Televisione

Video Alba Parietti e il misterioso fidanzato: "Mai un torero, meglio il toro"

A Non è l'Arena, nel corso della trasmissione dell'8 dicembre, il conduttore Massimo Giletti "pizzica" la sempre sexy Alba Parietti con una battuta: "Lo so che c'è uno ...

09.12.2019

Tommaso Paradiso a Che tempo che fa. Chi è il cantautore, le sue passioni e il suo amore Video

Musica

Video Tommaso Paradiso a Che tempo che fa. Chi è il cantautore, le sue passioni e il suo amore

Non avere paura è il primo singolo pubblicato da Tommaso Paradiso, già leader di Thegiornalisti, gruppo che ha lasciato a settembre 2019. Il cantautore, compositore e ...

08.12.2019