Com'è difficile spiegare

Com'è difficile spiegare

18.01.2017 - 11:14

0

Cerchiamo una spiegazione. Succede ogni volta che un accadimento si presenta all’improvviso con una violenza così estrema e cieca da sconvolgere il quadro, rivelare una crepa terribile e confermare, forse, un oscuro presentimento. Figli che uccidono i genitori, è la sintesi brutale dei titoli sul delitto compiuto dai due ragazzi sedicenni di Pontelangorino, nel Ferrarese, il figlio che lo ha progettato e l'amico che lo ha compiuto.
Cerchiamo una spiegazione e convochiamo chi ha i saperi e le esperienze che dovrebbero servire a trovare un filo. Lo psicologo, lo psichiatra, il sociologo, il preside, il criminologo, il magistrato dei minori, il prete.., parlano, discutono, a volte si contestano l’uno con l’altro, e ne ricavi una doppia impressione sul modo di porsi rispetto alla vicenda, da un lato, la preoccupazione di non generalizzare, perché quel caso è quel caso, con la singolarità irriducibile di una situazione specifica, dall'altro, il contrario, e cioè una sorta di procedimento indiziario che, pur riconoscendo la particolarità di quello che è successo, vi ritrova i segni, i sintomi, le evidenze di un malessere diffuso, di una contraddizione che riguarda il tessuto profondo dei rapporti, una lacerazione che taglia le generazioni. Sono mostri quei ragazzi oppure portano all'estremo qualcosa che è diffuso e non appartiene soltanto a loro? Impersonano una patologia o ci sbattono in faccia un orrore che ci riguarda tutti? Si discute, chi professando sgomento, chi applicando con sicumera i propri paradigmi, chi - a volte capita - confessando una responsabilità, perché il ruolo dell’esperto o del competente può diventare un alibi e far dimenticare che un professionista ha anche una collocazione sociale e familiare che lo attraversa e con cui dovrebbe fare i conti. E' bene sottolinearlo, perché in questa storia forse con troppa disinvoltura ci si siede su una poltrona in uno studio tv o davanti a un computer per tirare giù “comodamente” la propria opinione. Come sto facendo in questo momento, mentre sto scrivendo quello che state leggendo.
Alla fine si resta storditi, come è fatale che sia quando la spiegazione non può che constatare la propria impotenza di fronte alla complessità della vita, alla molteplicità delle sue facce, all’illusione perbenista con cui troppo spesso facciamo finta di non vedere e non sentire, e facciamo di tutto per non far crollare il quadretto. Oppure, al contrario, ci abbandoniamo alla deriva catastrofica, dello sfascio a tutti i livelli, della decadenza inarrestabile, della crisi irreversibile.
Non ho spiegazioni e non lo dico per negare l’impegno e la competenza di chi prova a darne una, a svolgere un ragionamento che sottragga alla spirale distruttiva delle emozioni a pelle, della pancia che rigurgita forse con la stessa rabbia e indifferenza che poi troviamo in certe efferatezze.
Voglio soltanto limitarmi a dire che invece delle parole distanti e astratte che riempiono questa comunicazione “alla moda” sui delitti - figli che uccidono i padri e le madri, madri che uccidono i figli, mariti che uccidono le mogli, spasimanti che massacrano donne che dicono no... - bisognerebbe impegnarsi a dare più spessore alle nostre parole, nei contesti più vari e diversi in cui ci troviamo, a casa, nell'aula di una scuola, sul posto di lavoro, nella strada, a un semaforo..., a recuperare l’esperienza dei sentimenti rispetto all’artificialità del virtuale. E soprattutto a liberarci della comodità delle formule e degli schemi per ricordarci di quanto la (nostra) vita non sia e non possa essere un teorema o un’equazione infallibile.
Ma forse, per quanto a rovescio, anche questa è solo una consolatoria e anche un poco moralistica.. spiegazione.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Segre, Zingaretti: “Difronte al virus dell’odio serve la cultura”

Segre, Zingaretti: “Difronte al virus dell’odio serve la cultura”

(Agenzia Vista) Roma, 18 febbraio 2020 Segre, Zingaretti: “Difronte al virus dell’odio serve la cultura” Presso l’Università La Sapienza di Roma è stata conferita la laurea Honoris causa alla senatrice Liliana Segre, in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’ateneo. Alla conferenza, tenutasi nell’aula magna del rettorato, hanno partecipato il Presidente della Repubblica Sergio ...

 
Segre abbraccia Valerio, il ragazzo Sapienza criticato per le sue idee di destra

Segre abbraccia Valerio, il ragazzo Sapienza criticato per le sue idee di destra

(Agenzia Vista) Roma, 18 febbraio 2020 Segre abbraccia Valerio, il ragazzo Sapienza criticato per le sue idee di destra Presso l’Università La Sapienza di Roma è stata conferita la laurea Honoris causa alla senatrice Liliana Segre, in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’ateneo. Alla conferenza, tenutasi nell’aula magna del rettorato, hanno partecipato il Presidente della ...

 
Odio online e disinformazione, in arrivo nuove regole Ue

Odio online e disinformazione, in arrivo nuove regole Ue

Milano, 18 feb. (askanews) - Facebook non è un media tradizionale e neanche una compagnia di telecomunicazioni: sta nel mezzo. È questo il punto di partenza per Mark Zuckerberg per trovare regole condivise che combattano disinformazione e violenza verbale sul Web. Regolamentazione a cui sta lavorando l'Unione europea, col "Digital Service act", e i cui commissari per la prima volta hanno ...

 
Milleproroghe, il governo ha posto la fiducia alla Camera

Milleproroghe, il governo ha posto la fiducia alla Camera

Roma, 18 feb. (askanews) - Il governo, come era previsto, ha posto la fiducia alla Camera sul decreto Milleproroghe come annunciato dall'intervento in aula del ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D'Incà. I tempi per la conversione in legge sono stretti: domani a Montecitorio le dichiarazioni di voto sulla fiducia, poi il voto. Seguirà il passaggio in Senato, dove il decreto ...

 
Belen Rodriguez di nuovo incinta? La modella posta su Instagram la foto della sua ombra e alimenta i dubbi

Gossip

Belen Rodriguez di nuovo incinta? La modella posta su Instagram la foto della sua ombra e alimenta i dubbi

Belen Rodriguez di nuovo incinta? E' la stessa showgirl e modella argentina ad alimentare i dubbi. Lo fa pubblicando sul suo profilo Instagram una foto. E' un'immagine della ...

18.02.2020

Video Don Matteo 12, torna il prete detective: anticipazioni della quinta puntata

in tv

Video Don Matteo 12, torna il prete detective: anticipazioni della quinta puntata

Dopo i due rinvii consecutivi per via del Festival di Sanremo (6 febbraio) e della partita di calcio di Coppa Italia Milan-Juventus (13 febbraio), giovedì 20 febbraio alle 21,...

18.02.2020

La Pupa e il secchione 2020, colpi scena nella puntata finale di martedì 18 febbraio: clip in anteprima

Televisione

La Pupa e il secchione 2020, colpi scena nella puntata finale di martedì 18 febbraio: clip in anteprima

Gran finale per “La Pupa e il Secchione e Viceversa 2020”. L'ultima puntata è quella di oggi, martedì 18 febbraio, in prima serata su Italia 1. Previsti colpi di scena. ...

18.02.2020