Il titolo che vorrei

Il titolo che vorrei

28.12.2016 - 12:36

0

Si avvicina l'ultimo dell'anno e mi chiedo se, dopo tante, pessime, notizie commentate in questi dodici mesi, ce ne sia una che più delle altre mi piacerebbe si annunciasse in questo scorcio del 2016.
Le notizie, lo sappiamo, non possiamo sceglierle, arrivano, si impongono, spesso o quasi sempre per la loro attualità drammatica. E' questa qualità violenta, sanguinosa, crudele, che le candida immediatamente a diventare un titolo e a occupare la vetrina di giornali, telegiornali e siti online. E, purtroppo, il loro flusso è ininterrotto e nulla nell'immediato fa sperare che possa diminuire d'intensità o prendere una piega che non sia quella terribile alla quale ci ha abituato. Eppure, per una volta almeno, voglio immaginare che all'improvviso si annunci l'impensabile, che contravvenendo a tutte le aspettative deluse finalmente si manifesti la notizia che non ti saresti mai e poi mai immaginato. Un sogno-notizia! O una notizia-sogno che sfidi l'incredulità e dica che l'impossibile si è realizzato!
Che so? Che sono cessati i bombardamenti in Siria e in particolare ad Aleppo. Che si sono finalmente messi tutti d'accordo con una risoluzione stabile e duratura, e non effimera come finora è sempre accaduto. Pensate al titolo, "La pace regna ad Aleppo", basta con le macerie, gli ospedali bersagliati, i corridoi umanitari nel mirino dei cecchini, le colonne dei profughi.. Assad ha fatto un passo indietro, le fazioni fieramente avverse si sono incontrate e così gli Stati Uniti e la Russia, gli sciiti e i sunniti, i curdi e i turchi e, ciliegina indispensabile, pure l'Isis. Già, pure l'Isis che ha finalmente smesso di rivendicare gli attentati e di fomentare la guerra santa contro gli infedeli in Oriente e Occidente. Ha detto basta, non decapiterà più gli ostaggi, ammainerà la bandiera nera, nerissima del Califfato, non farà più affari sottobanco.., e con lei anche i paesi che predicano bene e razzolano malissimo, perché non dobbiamo dimenticarlo, l'Isis è anche un alibi, una foglia di fico dietro a cui si nascondono interessi internazionali e geopolitici che mettono avanti a tutto la realpolitik.
Sarebbe bello no? Il Capodanno introduce una vera discontinuità nelle news. Punto e a capo, si cambia e si manda in archivio il solito tran tran, il Monte dei Paschi che costa una tombola ricapitalizzare, la disoccupazione dei giovani, la legge elettorale che, più dicono ufficialmente si avvicini, più invece sembra spostarsi sine die, i ministri che dicono cazzate, le opposizioni che sparano nel mucchio, le colonie israeliane che continuano a crescere nei territori occupati, il prete che invita la cittadinanza a partecipare alla messa funebre per il boss, l'ennesimo avviso di garanzia al corrotto di turno, la temperatura globale che non accenna a diminuire, gli autobus di Roma che non smettono di sfasciarsi, il barcone stracarico che si capovolge in mezzo al Mediterraneo, i vitalizi che escono dalla porta e rientrano dalla finestra, la natalità che non smette di precipitare, i genitori che non la piantano di pestare i professori, la guerra fra i poveri che devasta le borgate e i paesi, gli uomini che continuano a uccidere le donne, il pil che procede come una lumaca, i camion che premono sull'acceleratore nei mercatini delle feste.. Quanto sarebbe semplice, basterebbe invertire il segno da negativo in positivo! Un'illusione? Certo, ma coltiviamola almeno per questi due o tre giorni che mancano al Capodanno. Voglio sforzarmi di crederci, aspettando il primo titolo dell'anno che, finalmente, ci riempirà di gioia!

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

William e Kate, calda accoglienza nel nord del Pakistan

William e Kate, calda accoglienza nel nord del Pakistan

Islamabad, 17 ott. (askanews) - Ai piedi di un ghiacciaio per vedere dal vivo gli effetti del riscaldamento globale. I reali britannici William e Kate, da alcuni giorni in visita in Pakistan, hanno fatto tappa in una località remota nella catena montuosa dell'Hindu Kush, nel nord del paese. Qui sono stati accolti da quattromila persone. La comunità locale ha celebrato il loro arrivo con una ...

 
All'asta la giacca di pelle di Olivia Newton-John in "Grease"

All'asta la giacca di pelle di Olivia Newton-John in "Grease"

Roma, 17 ott. (askanews) - Dalla famosa giacca di pelle nera con cui ballava accanto a John Travolta, a quella rosa delle "Pink Ladies" con scritto davanti il suo nome 'Sandy' indossate in "Grease"; dai gioielli utilizzati sul set ad altri cimeli e foto inedite. Oltre 500 pezzi tra abiti, accessori, oggetti della collezione privata di Olivia Newton-John sono stati esposti all'Hard Rock Cafe di ...

 
Taglio Parlamentari, Gargani (Comitato per il No): "Il Parlamento non funzionerebbe"

Taglio Parlamentari, Gargani (Comitato per il No): "Il Parlamento non funzionerebbe"

(Agenzia Vista) Roma, 17 ottobre 2019 Taglio Parlamentari, Gargani: "Il Parlamento non funzionerebbe" "Con questa legge il Parlamento non funzionerebbe", così il Presidente del nascente comitato No al Taglio dei Parlamentari, Giuseppe Gargani, a margine della conferenza stampa tenutasi oggi alla Camera. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Regioni, De Micheli: "Rapporto improntato alla concretezza"

Regioni, De Micheli: "Rapporto improntato alla concretezza"

(Agenzia Vista) Roma, 17 ottobre 2019 Regioni, De Micheli: "Rapporto improntato alla concretezza" Le dichiarazioni del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti alla conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Caffeina, divorzio da Viterbo: il Christmas Village emigra

Cultura

Caffeina, divorzio da Viterbo: il Christmas Village emigra

''Non ci sono le condizioni per fare il Christmas Village a Viterbo anche per il 2019". Caffeina prende cappello e va in esilio. Il presidente della Fondazione Carlo Rovelli, ...

08.09.2019

Francesca Lotta vince il premio dedicato a Mia Martini

SUTRI

Francesca Lotta vince il premio dedicato a Mia Martini

La splendida voce di Sutri, quella di Francesca Lotta, ha vinto la quinta edizione del Premio “Mimi Sarà” per la categoria over 40. La finale si è svolta domenica scorsa a ...

05.09.2019

Santa Rosa

PILASTRO

Il trasporto
della Minimacchina

Il trasporto della Minimacchina di Santa Barbara

25.08.2019