Un Paese spaccato?

Un Paese spaccato?

14.12.2016 - 12:21

0

Un Paese diviso? Il Sì e il No del referendum sono il segnale evidente di una spaccatura o l’effetto di un sisma che ha ragioni profonde? Ancora ieri la Lega e il Movimento Cinque Stelle non hanno partecipato alla seduta e hanno annunciato manifestazioni in piazza, nel segno di una contrapposizione frontale al Palazzo.
Lo confesso, non riesco a capire. Non riesco a capire quanto stiamo all’interno di una retorica del conflitto, il Palazzo contro la Piazza, i Partiti contro i Movimenti, la Politica contro l'Antipolitica, amplificata dai giornali e dalla televisione che hanno il potere rischioso di ricondurre la complessità alla semplificazione di parole d'ordine, e quanto invece - o insieme - sotto questa crosta delle ritualità istituzionali, degli strepiti sparati e urlati, ci sia la sostanza reale di un Paese scisso. Tra chi e chi non ha. Tra chi ha e non è contento di quello che ha e chi non ha niente.
Tra chi si sforza di capire e chi ha deciso che capire è solo un lusso e una connivenza. Tra chi ha paura di un salto nel buio e chi invece è convinto che è giunta l'ora di una svolta radicale. Tra chi si chiude nel perimetro della sua tranquillità e chi non sa nemmeno cosa sia. Tra chi crede che la politica sia la mediazione necessaria e chi invece pensa che la mediazione coincide con la corruzione e la casta degli addetti. Tra chi crede che lo Stato e i partiti non siano la stessa cosa e chi ha fatto di tutto per degradarli l'uno sugli altri. Tra i giovani che si vedono davanti un tunnel senza uscita e gli anziani che tremano per la pensione o non ce l'hanno e, se ce l'hanno, non basta. Tra i giovani che non lavorano e quelli che vanno all'estero per far valere un titolo di studio. Tra il Nord e il Sud, vorrà pur dire qualcosa se il sì trionfa in Trentino Alto Adige e crolla in Sicilia, Campania e Sardegna. Tra chi ha una sia pur flebile speranza e chi non ce l'ha. Tra chi invoca equilibrio e chi pensa che il tempo dell'equilibrio è finito e resta solo la rabbia. Tra chi è solidale con gli altri e chi non può permetterselo e si rinchiude nell'egoismo dell'indigenza. Tra chi arriva sognando una mèta e chi le mete non le vede più. Tra chi ricorda il passato e chi vive nello smarrimento del presente.
Sarà un'impressione, ma sento che le ragioni per stare insieme sono fortemente e sempre di più insidiate dalle pulsioni a dividere e separare, e che la politica rischia di implodere fra il tatticismo delle formule e dei compromessi e il massimalismo che non vuole più aspettare.
Adesso c'è un governo, sarà di transizione, di scopo, a tempo determinato, per carità, farà quello che potrà, magari una legge elettorale, ma la percezione crescente è dell'esile paravento a cui si è ridotta una politica che ha perso occasioni, ha parlato e non ha realizzato abbastanza per invertire l'umore montante della crisi e delle difficoltà che hanno allargato a macchia d'olio l'esercito di chi stava bene e non ce la fa più e dei poveri.
I dati più recenti - dati, non interpretazioni - dicono che quasi l'8% degli italiani si trova in una condizione di povertà totale, quattro milioni e seicentomila a fronte dei due milioni di dieci anni fa. Un macigno di fronte al quale rischiamo di ritrovarci con risposte congiunturali e di corto respiro o con il grido brutale di chi auspica palingenesi immediate e aspetta l'occasione per regolare i conti.
Una volta si parlava di riformismo - con tutto il corredo di razionalità progrediente e di laicismo social-liberale - mi pare un ricordo molto minoritario che non so interpretare se come un arnese fuori tempo massimo o un seme stremato che cova sotto il freddo invernale in attesa del futuro.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Coronavirus, Conte:: "Rassicuriamo popolazione, adottate misure necessarie"

Coronavirus, Conte:: "Rassicuriamo popolazione, adottate misure necessarie"

(Agenzia Vista) Roma, 22 febbraio 2020 Coronavirus, Conte rassicuriamo popolazione, adottate misure necessarie Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte al Comitato operativo della Protezione Civile per fare il punto sull'emergenza Coronavirus. Presenti i ministri Luigi Di Maio e Roberto Speranza. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Coronavirus, Speranza: "Durante riunione comunicato il decesso di un uomo ricoverato"

Coronavirus, Speranza: "Durante riunione comunicato il decesso di un uomo ricoverato"

(Agenzia Vista) Roma, 22 febbraio 2020 Coronavirus, Speranza durante riunione comunicato il decesso di un uomo ricoverato Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte al Comitato operativo della Protezione Civile per fare il punto sull'emergenza Coronavirus. Presenti i ministri Luigi Di Maio e Roberto Speranza. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Coronavirus, Conte: "Non e' il momento di rimproverarci alcunchè"

Coronavirus, Conte: "Non e' il momento di rimproverarci alcunchè"

(Agenzia Vista) Roma, 22 febbraio 2020 Coronavirus, Conte non e' il momento di rimproverarci alcunche' Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte al Comitato operativo della Protezione Civile per fare il punto sull'emergenza Coronavirus. Presenti i ministri Luigi Di Maio e Roberto Speranza. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Il paradiso delle signore, anticipazioni: presto un altro ritorno. Nicoletta Cattaneo tornerà a Milano

Soap

Il paradiso delle signore, anticipazioni: presto un altro ritorno. Nicoletta Cattaneo tornerà a Milano

Ultimi tre mesi della programmazione della quarta stagione del Paradiso delle signore con tante novità E soprattutto graditi ritorni. Quello che fino a qualche settimana fa ...

22.02.2020

Grande Fratello Vip, Paolo Ciavarro si commuove per la lettera della madre su Clizia. Ecco cosa ha scritto

Televisione

Grande Fratello Vip, Paolo Ciavarro si commuove per la lettera della madre su Clizia. Ecco cosa ha scritto

Grande Fratello Vip, Paolo Ciavarro si commuove per la lettera della mamma che "benedice" la sua storia con Clizia Incorvaia. Dopo alcune frasi che avevano scosso la coppia, ...

21.02.2020

Ilary Blasi, foto da piccola e dichiarazione d'amore alla sorella: sei il regalo più bello dei nostri genitori

Social

Ilary Blasi, foto da piccola e dichiarazione d'amore alla sorella: sei il regalo più bello dei nostri genitori

Vera e propria dichiarazione d'amore di Ilary Blasi alla sorella Silvia che ha appena tagliato il traguardo dei 40 anni, festeggiato con una strepitosa serata in maschera. ...

21.02.2020