Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

In centro pulizia delle strade tutti i giorni

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Dopo tre anni di chiusura, sarà inaugurata giovedì 14 marzo l'isola ecologica di Grotte Santo Stefano. Doveva essere già avvenuto ai primi di febbraio: il mese di ritardo, si giustificano in Comune, è servito per ultimare alcuni lavori residui. Il costo complessivo dell'intervento ammonta a 35 mila euro. L'Amministrazione spera che adesso non ci siano più alibi per i residenti che, anche a causa della chiusura avvenuta a gennaio dell'ecocentro del Riello, abbandonano gli ingombranti ovunque, soprattutto nelle stradine interne della periferia. Nel frattempo è anche pronto e finanziato l'appalto ponte dell'igiene urbana. Il sindaco Arena porterà la delibera in giunta sempre giovedì, “se non addirittura prima”. Il 15 marzo scade infatti il contratto con la Viterbo Ambiente e il Comune procederà con una nuova proroga di 4 mesi (2+2). “Sarà un bando europeo, quindi con procedure più complesse - spiega il primo cittadino - ma quattro mesi dovrebbero essere un tempo sufficiente per ultimare l'iter e affidare il servizio”. Si tratta, come detto, di un contratto ponte della durata di un anno. Servirà cioè a traghettare l'igiene urbana verso il nuovo appalto quadriennale (rinnovabile per altri due) che dovrà essere bandito, se tutto va bene, nel 2020. Il consigliere comunale del Pd ed ex assessore ai lavori pubblici Alvaro Ricci ha sollevato in questi giorni il problema del finanziamento di questo appalto ponte, non essendo stato ancora approvato il bilancio di previsione. Arena rassicura: “Ricci può stare tranquillo, la copertura finanziaria è garantita dal bilancio provvisorio. Giovedì, o addirittura prima, approveremo la delibera in giunta”. L'appalto ponte, spiega il primo cittadino, non sarà una fotocopia di quello già in essere e che in questi anni ha dimostrato tutte le sue carenze. “Abbiamo inserito diverse migliorie - continua Arena - a cominciare dagli spazzamenti quotidiani nel centro storico, anziché i due settimanali previsti nel precedente contratto. Inoltre, per ovviare al fenomeno degli allagamenti durante i temporali, è prevista la pulizia ordinaria di tutte le caditoie presenti sul territorio comunale, che sono 8 mila e non 2.200 come indicato nel capitolato precedente”. ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DELL'11 MARZO E NELL'EDICOLA DIGITALE