Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ingegnere scomparso vicino al lago, il mistero si infittisce

Giorgio Palenga
  • a
  • a
  • a

E' come sparito nel nulla. Di Andrea Durantini non si è trovato lo straccio di una traccia dal 10 novembre scorso quando, tra le 5,45 e le 6 del mattino (ultime segnalazioni di chi lo ha visto in vita), si è come volatilizzato sul lungolago di Montefiascone. Un mistero vero e proprio, considerato che l'ingegnere di Montefiascone non ha lasciato biglietti per annunciare le motivazioni di un gesti insano, né aveva lanciato segnali in questo senso nei giorni precedenti. Dicevamo delle ultime segnalazioni: sono di un pescatore e di un imprenditore che lo hanno visto senza vestiti vicino alle rive del lago. D urantini è un ottimo nuotatore, con tanto di diploma di sub. E è anche un discreto sportivo. Gli amici hanno fatto sapere che non era un problema per lui andare all'isola Martana (la più vicina delle due che caratterizzano il lago di Bolsena; l'altra, la Bisentina, è più lontana dalle rive falische) e fare ritorno. Proprio per questo, si pensa che si sia immerso in acqua e abbia nuotato in direzione dell'isola. Però a una temperatura dell'acqua di 16 gradi, non è possibile resistere a lungo. Quindi, le prime e più insistenti ricerche hanno seguito questa direzione. Ma nonostante l'utilizzo di uomini e mezzi, anche sofisticati, in quasi due settimane non c'è stato nulla da fare: sommozzatori, elicotteri, robot, cani specializzati in ricerche in acqua, sonde, droni e quant'altro possa aiutare vigili del fuoco, carabinieri, polizia provinciale, volontari della protezione civile, agenti della municipale nella ricerca dello scomparso. A nche la pista “terreste” non è stata scartata: intorno al lago c'è una fitta vegetazione, un bosco dove ogni giorno i ricercatori si sono diretti. “Siamo arrivati anche a Capodimonte e al parco di Turona, nel territorio di Bolsena”, fa sapere Tonino Fiani, presidente dell'Asvom, i volontari della Prociv locale. Ma niente di fatto: “Non sappiamo più dove andare a cercarlo”.