Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il Comune affida il progetto

default_image

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Che il canile resterà a Bagnaia e che diventerà un “parco” adesso sta scritto nero su bianco. Sta scritto nella delibera di giunta approvata giovedì 30 novembre 2017 a Palazzo dei Priori. Buone notizie dunque per gli animalisti viterbesi, che del parco canile a Novepani hanno fatto la loro battaglia, ma anche per i bagnaioli, i quali dalle relazioni di Talete e Arpa ottengono le necessarie garanzie sui rischi di contaminazione delle falde acquifere per effetto delle deiezioni canine (e non solo). Previ lavori di messa a norma, che il Comune andrà a realizzare. Nella delibera si dà incarico agli uffici di assegnare la progettazione del parco canile (15mila euro la somma stanziata). Dopodiché bisognerà reperire i fondi per realizzarlo, ma questa è un'altra storia. e “Intanto – rivendica il vicesindaco Luisa Ciambella – è un fatto storico che, per quanto riguarda il canile di Bagnaia, si esce dalla zona d'ombra che ha caratterizzato il sito per anni. Abbiamo mantenuto l'impegno con gli animalisti e con i bagnaioli. Con le associazioni organizzeremo un incontro a breve per fornire tutti i dettagli”. (servizio completo sul Corriere di Viterbo del 2 dicembre 2017)